Questura di Livorno

  • Via Fiume, 40 - 57123 LIVORNO ( Dove siamo)
  • telefono: 0586235111
  • email: gab.quest.li@pecps.poliziadistato.it

29 settembre 2011 - San Michele Arcangelo -

CONDIVIDI

La Polizia di Stato di Livorno festeggia il Santo Patrono

Ieri 29 settembre 2011 la Polizia di Stato di Livorno ha celebrato la ricorrenza del proprio Santo Patrono, San Michele Arcangelo.

La Santa Messa, officiata da Monsignor Simone Giusti, Vescovo di Livorno e concelebrato da don Placido Bevinetto, Cappellano Provinciale della Polizia di Stato è stata celebrata nella Chiesa della Madonna.

Erano presenti Autorità civili e militari, personale della Questura, delle Specialità, pensionati della Polizia di Stato e cittadini.

La Polizia di Stato con la presenza in quel luogo di culto ha voluto condividere un momento di fede e di spiritualità con la gente, con i propri pensionati, con le famiglie, con le Autorità della Provincia.

La particolare ricorrenza è stata caratterizzata, al termine della funzione, dalla consegna dei premi agli operatori della Polizia di Stato che si sono particolarmente distinti. Tra questi:

Assistente Capo CELLAI Alessandro

CONCLUDEVA UN' ATTIVITÀ OPERATIVA SU STRADA CON L'ARRESTO DI UN CITTADINO EXTRACOMUNITARIO RESOSI RESPONSABILE DI DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZA STUPEFACENTE DI TIPO "COCAINA.

Assistente Capo CALISTRI Marco

INTERVENIVA, ANCHE LIBERO DAL SERVIZIO, A FAVORE DI UN ANZIANO SIGNORE VITTIMA DI MALTRATTAMENTI FAMILIARI E IN FORTE STATO DI INDIGENZA, INTERPRETANDO NEL MODO PIU' ESTENSIVO IL CONCETTO DI POLIZIA DI PROSSIMITA' E PROTEZIONE DEI DEBOLI.

Sovrintendente FRANCHINI Fabio

CONCLUDEVA UN'ATTIVITA' OPERATIVA SU STRADA CON IL RINVENIMENTO IMMEDIATO DI DUE QUADRI DEL VALORE DI CIRCA 30.000,00 EURO, TRAFUGATI DA UNA LIBRERIA E L'INDIVIDUAZIONE DELL'AUTORE DEL FURTO. NELLA CIRCOSTANZA IL DIPENDENTE DAVA PROVA DI CONOSCERE A FONDO IL TERRITORIO E I SOGGETTI DEDITI A PARTICOLARI ATTIVITA' DELITTUOSE.

Assistente Capo LITRICO MIRKO Pablo

CONTRIBUIVA AL SALVATAGGIO DI UN UOMO CHE, ARRAMPICATOSI SU UN TRALICCIO DELLA LUCE, MINACCIAVA DI VOLERSI SUICIDARE. NELL'OCCASIONE L'OPERATORE DI POLIZIA, METTENDO A RISCHIO ANCHE LA PROPRIA INCOLUMITA' PERSONALE , PORTATOSI ALLA STESSA ALTEZZA DELL'UOMO CON UN ELEVATORE DEI VIGILI DEL FUOCO, RIUSCIVA AD ENTRARE IN SINTONIA CON LO STESSO ED ALLA FINE A FARLO DESISTERE DAL SUO INTENTO.

Assistente BIANCHI Filippo

RIUSCIVA A TRARRE IN SALVO UN UOMO CHE, PER SOTTRARSI ALL'IDENTIFICAZIONE DOPO AVER PICCHIATO LA PROPRIA COMPAGNA, SI ERA GETTATO NEI FOSSI CITTADINI RISCHIANDO DI ANNEGARE. NELL'OCCASIONE L'OPERATORE DI POLIZIA E' RIUSCIUTO CON SUCCESSO A SALVARE L'UOMO RISCHIANDO PIU' VOLTE DI CADERE IN ACQUA.

Ispettore Capo DOTTO Paolo

RIUSCIVA AD INDIVIDUARE, BLOCCARE ED IDENTIFICARE GLI AUTORI DI UN DANNEGGIAMENTO E TENTATIVO DI FURTO AI DANNI DI UNA FARMACIA . NELL'OCCASIONE VENIVANO SEQUESTRATI ANCHE 16 "RAUDI".

Sovrintendente SAPERE Carmine

PROCEDEVA ALL'ARRESTO, SU ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE DI DUE PLURIPREGIUDICATI RESISI RESPONSABILI DEI REATI DI RAPINA AGGRAVATA, ESERCIZIO ARBITRARIO DELLE PRPRIE RAGIONI CON VIOLENZA SULLE COSE, LESIONI PERSONALI, DANNEGGIAMENTO AGGRAVATO E MINACCE GRAVI.

Revisore Tecnico BRUNINI Sergio

Sovrintendente SARDO Giuseppe

Collaboratore Tecnico Capo MORSELLINO Pierluigi

Assistente TRIBIOLI Manlio

Assistente MONTAGNA Elenio

CONSENTIVANO DI RISOLVERE CON SUCCESSO E TEMPI RAPIDI, GRAVI PROBLEMI INSORTI CON LA GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO, ELETTRICO E TELEFONICO DELLA QUESTURA E PREFETTURA DOVUTI ALLA CADUTA DI UN FULMINE.

Ispettore Capo DE SIMONE Antonino

Assistente Capo MORGANTI Alessandro

CONCLUDEVANO UN' INDAGINE DI P.G. COMPLESSA ED ARTICOLATA CON L'ARRESTO, IN ESUCUZIONE DI ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE DI 19 PERSONE DEDITE AL REATO DI ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA ALL'APPROPRIAZIONE INDEBITA DI CARBURANTE AI DANNI DI VARIE COMPAGNIE PETROLIFERE.

Assistente Capo BORELLA Daniele

Assistente TAMBORINI Maurizio

DURANTE UN' OPERAZIONE DI CONTROLLO DI ROUTINE DEI PASSEGGERI IN USCITA DA UN TERMINAL PORTUALE, APPROFONDIVANO E CONCLUDEVANO UN' ATTIVITÀ D'INDAGINE CHE PORTAVA AL RECUPERO DI DUE AUTOVETTURE, DEL VALORE COMPLESSIVO SUPERIORE AI 100.000,00 EURO, CHE, PRECEDENTEMENTE RUBATE, STAVANO PER ESSERE IMBARCATE PER L'ESTERO CON DOCUMENTI E TARGHE CONTRAFFATTE.

Ispettore Capo SIGNORINI Maurizio

Sovrintendente GABBIANELLI Enrico

CONCLUDEVA UN'INDAGINE DI P.G. SCATURITA DA UN CONTROLLO EFFETTUATO D'INIZIATIVA , CON L'ARRESTO DI DUE PERICOLOSI SPACCIATORI DI SOSTANZA STUPEFACENTE E CON IL SEQUESTRO DI OLTRE 200 GRAMMI DI "COCAINA".


30/09/2011
(modificato il 03/10/2011)

Gallerie

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/05/2020 01:03:56