Questura di Livorno

  • Via della banca, 2 - 57123 LIVORNO ( Dove siamo)
  • telefono: 0586235111
  • email: dipps141.00F0@pecps.poliziadistato.it

Commissariato di P.S. di Rosignano Solvay arresta quarantenne per “tentato furto” e “resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale”.

CONDIVIDI
foto

Personale del Commissariato arresta un uomo dopo un tentativo di furto e ferimento di un carabiniere

 

 

Gli Agenti della Squadra Volanti del Commissariato della Polizia di Stato di Rosignano Solvay la scorsa nottata intervenivano in Rosignano Marittimo presso il negozio di alimentari “Da Katia”, dopo che era giunta una chiamata sul numero di emergenza 112NUE da parte di un appartenente all’Arma dei Carabinieri in servizio presso la 2^ Brigata Mobile di Livorno, il quale, libero dal servizio, poco prima aveva sorpreso un uomo intento a forzare la porta del negozio con una spranga di ferro. Dopo essersi qualificato, veniva colpito ad una gamba con la stessa spranga, dopo di che l’uomo tentava di darsi alla fuga ma veniva raggiunto dal carabiniere e ne nasceva una colluttazione, a seguito della quale l'uomo riusciva a divincolarsi e a dileguarsi nella boscaglia. Veniva comunque riconosciuto dal militare per un cittadino italiano gravitante nella zona e le informazioni venivano riferite ai poliziotti intervenuti.

A quel punto gli Agenti della Volante si recavano immediatamente presso l’abitazione della fidanzata dell’autore del reato, ove sospettavano potesse essersi rifugiato, rintracciandolo effettivamente all’interno del suo appartamento. Lo stesso riportava un’escoriazione ancora sanguinante su un gomito. A quel punto l’uomo veniva accompagnato presso il Commissariato di Rosignano Solvay e tratto in arresto per i reati di “tentato furto” e “resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale”. 

Al momento dell’intervento tra gli stipiti della porta del negozio di alimentari, all’altezza della serratura, era ancora posizionato un cacciavite ed erano ben visibili i segni di forzatura, mentre a terra è stata rinvenuta la spranga di ferro e una camicia in jeans persa dal malfattore durante la colluttazione, a seguito della quale il militare intervenuto riportava lesioni varie e veniva trasportato presso l’ospedale di Cecina, ove veniva giudicato guaribile in 10 giorni.

Sul posto interveniva, inoltre, personale della Polizia Scientifica di Livorno che provvedeva ad effettuare gli opportuni rilevi tecnici.

Il Cacciavite, la spranga in ferro e la camicia in jeans venivano sequestrati e custoditi presso il Commissariato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Al termine dell’attività l’indagato, già segnalato in precedenza per reati contro il patrimonio, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria veniva condotto presso la propria abitazione per rimanervi agli arresti domiciliari.

 

Livorno, 4 ottobre 2023


05/10/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

28/02/2024 17:49:46