Questura di Lecce

  • Viale Otranto n.1 - 73100 LECCE ( Dove siamo)
  • telefono: 08326931
  • fax: 0832691777
  • email: gab.quest.le@pecps.poliziadistato.it - immig.quest.le@pecps.poliziadistato.it - anticrimine.quest.le@pecps.poliziadistato.it - ammin.quest.le@pecps.poliziadistato.it

BENGALESE AI DOMICILIARI ARRESTATO PER: EVASIONE, FURTO AGGRAVATO, RESISTENZA E MINACCIA A P.U.

CONDIVIDI
arresto bengalese

Ieri sera, 12 gennaio, gli Agenti in servizio presso il Commissariato di PS di Nardò hanno proceduto all’arresto di un 33enne del Bangladesh, residente a Nardò, resosi responsabile dei reati di furto aggravato, evasione dagli arresti domiciliari, resistenza e minaccia a P.U., dopo una serie di episodi che hanno messo in pericolo l’incolumità degli operanti e che, solo con la loro professionalità, si è concluso in modo incruento.

I fatti:

La giornata è iniziata con la denuncia, da parte del gestore, per danneggiamento di un distributore automatico di canapa ed articoli per fumatori, sito in Nardò alla via Cairoli. Esaminate le immagini del sistema di video-sorveglianza gli Agenti hanno riconosciuto subito l’autore del fatto, già ristretto agli arresti domiciliari per il reato di maltrattamenti in famiglia, quindi recatisi presso la sua abitazione, lo hanno incontrato mentre faceva rientro in casa a piedi. Trovandosi nel torto, poiché non sarebbe dovuto uscire essendo agli arresti domiciliari, ha iniziato ad inveire contro gli operatori del Commissariato di Nardò poi è entrato in casa e dalla cucina ha preso un grosso machete col quale ha minacciato di morte i poliziotti continuando nel frattempo a pronunciare frasi minacciose ed oltraggiose e si è barricato in una stanza dell’appartamento.

Immediatamente è stato avvisato il Dirigente del Commissariato, che intervenuto sul posto ha fatto subito allontanare dall’abitazione i familiari dell’uomo, la moglie e i due figli, mettendoli al riparo da eventuali atti sconsiderati. Lo straniero infatti nel frattempo aveva gettato un grosso concio di tufo dal balcone del 3° piano del condominio e minacciava di lanciarsi nel vuoto, a questo punto, dopo una breve “trattativa” gli operatori di polizia lo hanno convinto ad uscire disarmato e a consegnarsi.

Lo stesso, è stato arrestato in flagranza e tradotto in carcere a disposizione del magistrato di turno dott.ssa Donatina BUFFELLI.

Il machete di ferro scuro della lunghezza complessiva di cm. 54,50 e con la lama lunga  cm. 28,50, è stato sottoposto a sequestro.

 

www.poliziadistato.it/pressarea/Share/link/eb0a37a4-5578-11eb-b64c-736d736f6674

 

Lecce 13 gennaio 2021

 


13/01/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

28/02/2021 22:44:08