Questura di Latina

  • Corso della Repubblica, 110 - 04100 LATINA ( Dove siamo)
  • telefono: 07736591
  • email: urp.quest.lt@pecps.poliziadistato.it

Latina, arrestati due romeni dagli uomini della Squadra Mobile.

CONDIVIDI
foto arresti romeni

Stroncata banca che clonava bancomat.

Nella notte tra lunedì e martedì, la Squadra Mobile di Latina ha tratto in arresto due pregiudicati romeni, perché trovati in possesso di nr.16 carte di credito con codici clonati. Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile nei giorni scorsi, a seguito di alcune segnalazioni di persone sospette viste armeggiare su postazioni di bancomat del centro città. Gli sviluppi investigativi sulle autovetture utilizzate dai sospettati, hanno condotto gli investigatori su due pregiudicati romeni domiciliati a Frosinone, dediti alla consumazione di furti e reati contro il patrimonio in genere.Individuata l'abitazione in un comune limitrofo al capoluogo ciociaro, nella notte tra lunedì e martedì, la Squadra Mobile, in collaborazione con la Polizia Stradale di Frosinone, procedeva al controllo dell'autovettura in uso ai due sospettati, identificati in GRECU Catalin, di anni 34 e POTLOG Alexandru di anni 21. Nel vano adibito all'alloggiamento dell'autoradio, venivano rinvenute 16 smart card di vario genere, sulle cui bande magnetiche risultavano impressi i codici di carte di credito abilitate ad operare su conti correnti coreani. La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire una chiave usb contenente i programmi ed il manuale per la masterizzazione sulle bande magnetiche dei codici acquisiti fraudolentemente. I due romeni venivano quindi tratti in arresto per il reato di possesso di carte di provenienza illecita ed associati presso la Casa Circondariale di Frosinone. La prosecuzione dell'attività investigativa conduceva la Squadra Mobile di Latina, presso un'altra abitazione ubicata in provincia di Frosinone ed in uso ad un complice dei due arrestati. Nella giornata odierna, in collaborazione con la Squadra Mobile di Frosinone, veniva eseguita una nuova perquisizione domiciliare che portava al rinvenimento e sequestro di altre 16 smart card in bianco, due skimmer ed una microtelecamera utilizzati per la cattura fraudolenta dei codici, un masterizzatore di smart card ed un computer portatile. Si procedeva quindi alla denuncia in stato di libertà a carico del cittadino rumeno D.B. di anni 25, per il possesso di apparecchiature informatiche dirette a carpire i dati di un sistema telematico.


13/12/2012

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

25/06/2021 11:26:58