Questura della Spezia

  • Viale Italia n.497 - 19100 LA SPEZIA ( Dove siamo)
  • telefono: 0187/5671
  • fax: ==
  • email: gab.quest.sp@pecps.poliziadistato.it

QUESTURA DELLA SPEZIA: PRINCIPALI OPERAZIONI DELL’ANNO

CONDIVIDI
QUESTURA DELLA SPEZIA: PRINCIPALI OPERAZIONI DELL’ANNO

QUESTURA DELLA SPEZIA: PRINCIPALI OPERAZIONI DELL’ANNO

QUESTURA DELLA SPEZIA: PRINCIPALI OPERAZIONI DELL’ANNO

 

Principali attività e operazioni di polizia giudiziaria

  • Capodanno – La Digos, all’esito di articolata attività investigativa, ha indagato 8 giovani, di nazionalità sia italiana che straniera, in concorso per rissa e resistenza a P.U. e, un italiano anche per lesioni a pubblico ufficiale, poiché nel corso dei festeggiamenti per l’ultimo dell’anno 2019, si erano fronteggiati nei pressi di piazza del Bastione, cercando di colpirsi mediante l’utilizzo delle cinture dei pantaloni ed il lancio di bottiglie. L’intervento immediato degli operatori della Squadra Volante, aggrediti con calci, pugni e morsi, ne aveva interrotto l’azione criminosa. 
  • Gennaio - A seguito di una perseverante azione repressiva, la Squadra Mobile ha disarticolato la cosiddetta “baby gang delle spaccate”, di origine multietnica, composta da minorenni e da giovani appena maggiorenni, cui è stata attribuita una serie di reati predatori, furti realizzati in orari notturni con la tecnica della “spaccata” ai danni di esercizi commerciali siti nel centro cittadino e risse, aggressioni, rapine. All’esito è stata eseguita la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di due soggetti maggiorenni (uno di origine albanese e l’altro dominicana), due minorenni (uno di origine albanese e l’altro marocchina) e deferito all’A.G. in stato di libertà un maggiorenne italiano, segnalate tre ragazze minorenni, due delle quali per la loro età non imputabili.     
  • A fine  gennaio –  La Squadra Mobile ha concluso l’“OPERAZIONE TOURAN”, che ha consentito di sgominare un sodalizio criminale di origine magrebina, stabilmente dedito al traffico di stupefacenti, realizzato tra la Lombardia e la Liguria mediante trasporti di droga occultata in doppi fondi realizzati a bordo di auto opportunamente modificate, nonché attuato mediante lo spaccio al dettaglio in aree boschive situate nelle prime periferie delle città di la Spezia e Sarzana, dove venivano nascosti ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti. 24 i chilogrammi di droga sequestrati tra cocaina, eroina ed hashish, oltre a bilancini di precisione, materiale atto al confezionamento, la somma di circa 50.000 euro provento di spaccio nonché quattro autovetture, tutte munite di doppi fondi, realizzati per trasportare droga dentro vani nascosti, apribili soltanto attraverso sofisticati meccanismi elettronici, non individuabili in caso di controlli di routine. Nove gli arrestati, tutti cittadini marocchini.
  • Gennaio  -    L’UPGSP ha identificato l’autore del lancio di una bottiglia di vetro, effettuato per gioco, da una torretta di Piazza Verdi, che ha sfiorato un passante. Il giovane, un 21enne italiano, faceva parte di un gruppo multietnico solito ritrovarsi su scalinata Fillia composto anche da minorenni, alcuni dediti a reati predatori ed oggetto di altra indagine della Questura;
  • Febbraio – La Squadra Mobile, dopo circa due anni di indagini,  ha tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, il cosiddetto “molestatore seriale”, un cittadino tunisino di anni 35, autore di numerose aggressioni a sfondo sessuale nei confronti di diverse donne, alcune delle quali minorenni, che ha destato un forte allarme sociale, specie nei quartieri dove era solito colpire, Centro, Mazzetta, Migliarina, la sera e la mattina presto.
  • Maggio – La Digos, all’esito di complessa attività investigativa, ha deferito all’AG  4 giovani italiani responsabili di una deliberata aggressione consumata di notte in via Prione all’altezza di Via Sapri, verosimilmente a seguito di una provocazione perpetrata da alcuni ragazzi verso coetanei di diverso orientamento politico, nei pressi di un locale del centro cittadino. Una delle giovani vittime era stata colpita al viso, riportando lesioni gravi;
  • Giugno – L’UPGSP ha proceduto, dopo perquisizione domiciliare ex art. 103 TULPS, al sequestro di una serra domestica con 5 grosse piante di marijuana, segnalando a piede libero per coltivazione di stupefacenti ai fini di spaccio un giovane italiano.
  • Luglio – A seguito di segnalazione pervenuta alla Sala Operativa dalla Polfer della Spezia di soggetto autore di aggressione omofoba, in concorso con altra persona, presso la Stazione ferroviaria di Vernazza, le Volanti hanno rintracciato nel capoluogo un 19enne moldavo, tratto in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e all’atto della scarcerazione, trattenuto con atto del Questore presso CPR e successivamente espulso dal territorio nazionale. I giovani correi sono stati indagati a piede libero all’esito di articolata indagine della Squadra Mobile che attribuiva al gruppo il gesto omofobo o il favoreggiamento. 
  • Luglio – L’UPGSP ha proceduto, all’esito delle immediate ricerche e indagini avviate, al fermo di un 32enne gambiano per la violenza sessuale perpetrata nei confronti di una runner di prima mattina, lungo la pista ciclabile sovrastante via dei Pioppi. Le testimonianze rese dalla vittima e dalle persone che l’hanno soccorsa per prime consentivano alle volanti del territorio di individuare l’autore meno di due ore dopo il grave delitto, nella zona della stazione, dopo che si era già cambiato d’abito.
  • Agosto – La Digos, a seguito dell’incontro di calcio Spezia - Chievo Verona, disputatosi presso lo stadio “A. Picco” della Spezia, ha proceduto ad arresto differito di un tifoso locale responsabile del lancio di un oggetto contundente che ha ferito al viso un operatore della Polizia di Stato, dislocato nell’intercinta dello stadio. All’atto della scarcerazione è stato munito di DASPO del Questore per anni 7.
  • Agosto – Personale dell’UPGSP, intervenuto via Genova presso un supermercato, ha arrestato per tentata rapina un cittadino rumeno che, cercando di darsi alla fuga dopo aver commesso un furto, aveva afferrato per il collo una commessa che aveva tentato di bloccarlo.
  • Novembre - La Squadra Mobile ha proceduto nei confronti di un nuovo gruppo di giovani, cui ha attribuito la responsabilità della violenta aggressione in strada in pregiudizio di tre studenti universitari, uno dei quali poi ricoverato con prognosi riservata per le gravi lesioni subite nell’ottobre scorso, consumata per futili motivi in questo centro cittadino. Le indagini hanno permesso di identificare e trarre in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere,  tre giovani appena maggiorenni, due cittadini dominicani ed uno italiano, nonché di indagare un minorenne italiano, deferito alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni.
  • Novembre - All’esito di immediate indagini, la Squadra Mobile ha tratto in arresto gli autori di una brutale aggressione in strada perpetrata a fine ottobre nel quartiere Umbertino nei confronti di un cittadino italiano, identificati per tre cittadini dominicani, irregolari sul territorio nazionale, di età compresa tra i 24 e i 34 anni, tutti già gravati da precedenti di Polizia. Deferito in stato di libertà anche il cittadino italiano che aveva girato il video dell’aggressione, consumata con vari oggetti contundenti, per i reati di omissione di soccorso e favoreggiamento personale nei confronti degli autori materiali del reato.
  • Novembre – La Squadra Mobile, con la collaborazione di personale del Commissariato P.S. di Sarzana,  ha chiuso un’operazione antidroga  nei confronti di alcuni membri del club motociclistico “HellsAngels Liguria”, con sede nel comune di Luni (SP), che ha consentito di trarre in arresto il presidente del club, in flagrante detenzione di circa 50 grammi di cocaina,  nonché la persona che gli aveva appena effettuato la consegna della partita di cocaina. Sequestrato nella sede altro stupefacente pronto per essere destinato allo spaccio ed un bilancino di precisione atto al confezionamento dello stesso e nell’abitazione del fornitore la somma di oltre 172.000 euro, ritenuta provento di pregressa attività di spaccio.
  • Dicembre – Il Commissariato di Sarzana, a seguito di aggressione per motivi di viabilità nei confronti di una coppia di persone in transito nel centro cittadino con la propria auto, ha denunciato a piede libero un 20enne amegliese, cui ha notificato anche il foglio di via obbligatorio dal Comune di Sarzana per anni 1, visti altri precedenti di polizia già maturati su quel territorio, indagando un correo a piede libero.

La Spezia, 4 gennaio 2021


07/01/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

16/01/2021 13:58:25