Questura di Firenze

Salvataggio estremo nell’Arno in piena: il Questore Vicario Giuseppe Solimene incontra i protagonisti del gesto eroico per congratularsi con loro

CONDIVIDI
Personale UPGSP

Questa mattina in via Zara il Questore Vicario - Dottor Giuseppe Solimene - ha incontrato i poliziotti protagonisti del salvataggio di una persona finita in Arno nel primo pomeriggio di ieri.

Gli agenti delle volanti erano impegnati in uno dei servizi straordinari di controllo del territorio predisposti dalla Questura fiorentina durante le Festività Natalizie, quando sono stati avvisati, via radio, dalla Sala Operativa 113 che un uomo si trovava dentro il fiume in serie difficoltà all’altezza del Ponte Santa Trinita.

Il soggetto in acqua veniva infatti rapidamente trascinato dalla corrente del fiume in piena per le piogge persistenti di questi ultimi giorni, non riuscendo a raggiungere la riva per via delle forti correnti.

Mentre si era radunata una piccola folla sulle spallette, è stato tentato un primo recupero con una salvagente improvvisato con oggetti di fortuna.

Ma fallita l’iniziativa, un Assistente Capo della Polizia di Stato ha attraversato di corsa il Ponte Vespucci e si è diretto verso la sponda di Lungarno Santa Rosa, mentre una pattuglia della Polizia Municipale ha recuperato una corda.

Nel frattempo due Carabinieri del Radio Mobile si sono eroicamente gettati in Arno, costretti però a rientrare a riva e a raggiungere un altro punto di soccorso, poiché gravati dal peso dell’equipaggiamento impregnato d’acqua.

La persona da salvare intanto cominciava ad immergere la testa sott’acqua non riuscendo più a galleggiare a causa del freddo e della corrente.

Temendo che potesse affogare l’Assistente Capo, ex Fiamme Oro (il gruppo sportivo della Polizia di Stato) di canottaggio, ha fatto appello al coraggio e alla sua prestanza fisica: si è tolto i vestiti, si è legato la corda ai fianchi e si è gettato in Arno andando incontro all’uomo.

Una volta raggiunto lo ha messo in posizione di salvataggio ed entrambi sono stati trascinati a riva da un cordone umano formato da Poliziotti, dagli stessi Carabinieri e da Agenti della Polizia Municipale.

L’uomo, un cittadino straniero, è stato messo in salvo ed è stato accompagnato in ospedale insieme agli operatori - il poliziotto e i due carabinieri - che a loro volta si erano gettati nelle gelide acque dell’Arno in piena.


24/12/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

04/07/2020 08:20:43