Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • email: dipps130.00F0@pecps.poliziadistato.it

FERRARA – 172° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO - CELEBRAZIONE

CONDIVIDI
FERRARA  – 172° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO - CELEBRAZIONE

Quest’anno si celebra la ricorrenza del 172° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Infatti la Polizia di Stato è l’erede del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza,  istituito con legge 11 luglio 1852 n. 1404.

La nostra Amministrazione ha scelto di celebrare la festa della Polizia il 10 aprile, giorno della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge 121 del 1981, che ha delineato il sistema dell'ordine e della sicurezza pubblica con una lungimiranza, che ha consentito di conservarne immutato, nel tempo, l’impianto normativo e strutturale.

La legge 121 ha inoltre ridisegnato una Polizia moderna, a forte identità civile, che ha tra i suoi obiettivi una sempre maggiore vicinanza alla comunità, in modo da captarne e soddisfarne le istanze, in continua evoluzione, e migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini, che devono avvertire quel nostro "Esserci Sempre" al loro fianco.

Esserci sempre è  l’obiettivo verso cui siamo proiettati, con grande dedizione.

Nella prima mattinata è stata deposta una corona dal Prefetto e dal Questore di Ferrara alla lapide posta all’interno della Questura, per ricordare i caduti della Polizia di Stato.  

Il bilancio del  2023   non può che partire dagli eventi e dalle situazioni  connessi all’ordine e alla sicurezza pubblica

In una realtà vivace e multiforme come quella di  Ferrara,  quest'anno più che mai si è profuso uno sforzo straordinario per garantire il sereno ed ordinato svolgimento dei  numerosi e partecipati eventi ospitati in città.  Il riferimento è, in primis,  al concerto di Bruce Springsteen, al Summer Festival, al Palio, al capodanno ferrarese, al carnevale di Cento, ai campionati di calcio e di basket.  Ma anche naturalmente agli altri numerosi importanti eventi,   svoltisi sia in  città, che nella provincia tutta.

In tale contesto, l’azione di coordinamento, svolta  dal Prefetto, esercitata principalmente nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, ed attuata nell’ambito delle conseguenti riunioni tecniche presiedute dal Questore, è stata determinante per individuare, a carico delle manifestazioni pubbliche più rilevanti, il corretto approccio attraverso il dialogo istituzionale e l’unità di intenti sul piano strategico, condivisa con i rappresentati delle istituzioni locali e le altre forze di Polizia. Un coordinamento progettuale cui ha fatto seguito l’azione concreta sul territorio senza che si registrassero criticità che non fossero quelle contemplate e quindi affrontate con il pieno controllo ed il massimo tempismo.

Impegnativi servizi  vengono  gestiti in occasione delle gare della Spal, servizi organizzati con scrupolo e grande professionalità. Grazie alla collaborazione di tutti, forze dell’ordine, Amministrazione comunale, società sportiva e steward, dall’inizio del campionato, nessun incidente o episodio di rilievo si è verificato a Ferrara,

L’intensa attività di analisi delle problematiche, la costante attività informativa della Digos ed il dialogo posto in essere con tutte le variegate e peculiari componenti politiche, sociali, economiche, sportive e culturali delle realtà della provincia, hanno consentito un regolare ed ordinato svolgimento anche di tutte le restanti manifestazioni pubbliche.

È stata data massima attenzione  al contrasto della criminalità diffusa nel territorio della provincia

Va rilevato, preliminarmente, che nel 2023 si è registrato un  lieve calo dei reati in generale, rispetto al 2019, ultimo anno pre-pandemico. Si è passati in città dai 7890 delitti complessivi del 2019 ai 7772 del 2023 ed  in provincia dai 14918 delitti  del 2019 ai 13928 del 2023.

Va evidenziato che il 65,5% dei delitti  denunciati  in città, nel 2023, è costituito da furti, danneggiamenti e truffe  e frodi informatiche.      Nello specifico si è registrata una diminuzione del numero dei furti (da 4053 nel 2019 a 3365 del 2023) con un - 17% nel capoluogo  (688 furti in meno,  e (da 7211 a 5578) con un - 22,6% in provincia.  Per  i furti in abitazione nel capoluogo (450)  si registra nel 2023 una  diminuzione del 17,88% (con 98 furti in meno) rispetto al 2019 (548). Anche in provincia si registra una diminuzione del 16,29%.

Ricordiamo che il Veneto, da una ricerca relativa al 2021, è la prima regione per numero di furti in abitazione, in relazione al numero di abitanti,  l’Emilia Romagna la seconda.  Una serie di arresti effettuati in questi ultimi due anni  ha consentito di individuare alcuni gruppi specializzati in questo odioso reato, provenienti anche da province limitrofe. Le attività della Polizia di Stato continueranno su questo binario, con estrema determinazione, auspicando di avere una sempre maggiore e, sin qui, preziosa collaborazione informativa dei cittadini. 

Le truffe e frodi informatiche sono aumentate nel corso del lock-down passando nel capoluogo dalle 652 del 2019 alle 841 del 2020 (29%) per raggiungere il picco di 950 nel 2021 (45,7%). Sono scese in città nel 2023 a 914.

In provincia nello stesso periodo sono passate da 1409 a 1917 ( 36%).  In  questo senso appare necessario  allargare la platea dei lodevoli incontri informativi relativi alla tematica in questione, per evitare che malintenzionati sfruttino la disponibilità e la buona fede dei cittadini della provincia di Ferrara. Stabili  gli altri reati.

Parallelamente, si registra un trend positivo in molti campi della nostra attività: nel dettaglio, è aumentato il numero degli arrestati,  passati dai 73 del 2019 ai 98 del 2023 (+ 34,2%),  e dei denunciati, passati dai 639 del 2019 ai 671 del 2023 (5%). In straordinaria crescita anche il numero complessivo dei soggetti e  dei veicoli  sottoposti a controlli, risultato tangibile dell’incremento della  presenza delle pattuglie della Questura in strada e sul territorio. Dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 erano stati controllati 14947 persone e 8080 veicoli. Nel   periodo  1 gennaio 2023 - 31 dicembre 2023  sono stati controllati 41953 persone (aumento del 180%) e 10833 veicoli (aumento del 34%).

Analogamente nel settore del contrasto agli stupefacenti a fronte di una media di 5 kg di droga sequestrati negli anni precedenti  dalla Squadra Mobile e  dall’UPGSP della Questura di Ferrara, si è passati a circa Kg 130 di droga sequestrata nel  biennio 2022 – 2023 nella sola provincia di Ferrara. Ci siamo concentrati sia sullo spaccio in strada  sia  sui connessi canali di rifornimento. Di qui l’aumento considerevole dei quantitativi sequestrati. Pensiamo per un momento al numero di dosi che potevano essere confezionate con la sostanza stupefacente sequestrata.

I sopralluoghi della polizia scientifica sono passati dagli 85 del 2021 ai 305 del 2023 (+ 258,8%).  Dopo la commissione di un reato, deve essere fatto tutto il possibile per identificarne gli autori, nulla può essere trascurato.  Gli sforzi profusi in questa direzione hanno dato i loro frutti.  Le persone foto-segnalate sono  aumentate  dalle 3319 del 2021 alle 3950 del 2023 (+ 19%).

I  passaporti rilasciati nel 2021 erano stati 7679. Nel 2023 sono stati rilasciati 16209 passaporti (+ 111%). Ma stiamo incrementando ulteriormente la nostra capacità produttiva. 

Sono stati rilasciati 1305 porti d’arma (2022 910)

I cittadini extracomunitari presenti in provincia sono 43280. Nel 2023 abbiamo trattato 10367    pratiche di rinnovo e rilascio permessi di soggiorno. Nel 2023 sono state formalizzate 1067 richieste  di asilo.   Nel 2023 sono stati rilasciati inoltre 464 permessi connessi all’emergenza ucraina. Nel 2023 sono stati emessi  210 decreti di espulsione.

Le misure di prevenzione hanno interessato nel 2023, attraverso 5 sorveglianze speciali, 73 avvisi orali e fogli di via, prioritariamente autori abituali di reati contro il patrimonio. 26 Dacur, daspo, dalp sono stati emessi nei confronti di protagonisti di fatti di violenza, anche nell’ambito della cosiddetta Movida. Nel 2023 44 ammonimenti sono stati emessi, al fine di evitare che i destinatari commettessero reati o per evitare la reiterazione degli stessi, soprattutto nei confronti di  donne e minori.

Nell'ambito del controllo del territorio, l'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico  nel 2023 sono pervenute 25256  chiamate al 113 rispetto alle 24232 del 2022.   

Sono stati effettuati 333  interventi di soccorso pubblico, 1174  interventi di Polizia Giudiziaria, 5776 altri interventi delle volanti. Incessanti i servizi di controllo del territorio svolti di concerto con il Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, che mediamente tre volte a settimana interessano le aree centrali e periferiche  della città, nella fascia serale, pomeridiana e mattutina. Costante è stato nel biennio 2022-2023 il servizio del Poliziotto di Quartiere, nell’area Gad, nella fascia 8/20 dal lunedi al sabato, con circa 1200 pattuglie impiegate.

Sul fronte repressivo, la Squadra Mobile,  ha saputo raffinare le proprie strategie di contrasto al crimine, andando a colpire fenomeni e soggetti, ai quali si lega, per la maggior parte quel diffuso allarme sociale, che affligge alcune zone cittadine, con esiti anche in questo caso di tutta evidenza. Dal 1 gennaio 2023 al 31  dicembre 2023 sono 58 gli arrestati,  nell’ambito di attività investigative dirette dalla Procura della Repubblica, di cui 14 per stupefacenti, 23 per reati contro il patrimonio, 247 denunciati,   circa 130 Kg chilogrammi di droga sequestrata  nel biennio. Per quanto riguarda la violenza di genere sono state 11 le persone sottoposte a limitazioni della libertà personale.

Su un diverso fronte, la Digos ha innanzitutto assolto i suoi compiti istituzionali di informazione e di contatto con le diverse realtà che orbitano sul territorio,  offrendo un decisivo apporto nella riuscita dei più impegnativi servizi di ordine pubblico. Preziosa è stata altresì la sua attività di monitoraggio e investigazione, soprattutto in questo periodo di grave crisi internazionale.

L’Ufficio di Gabinetto,  ha provveduto all’ articolata pianificazione, organizzazione e gestione dei servizi di ordine pubblico che hanno reso necessario l'impiego di  migliaia di operatori delle Forze dell’Ordine e delle Polizie locali. Sono stati svolti nel 2023 362 servizi di ordine pubblico rispetto ai 244 del 2022, con un incremento del 48,3%, che hanno richiesto l’impiego di 2550 operatori della Questura, 1363  agenti e militari dei reparti di rinforzo e 2043 militari delle altre forze dell’ordine. Non possiamo non menzionare l’attività di ordine pubblico svolta ogni mercoledì e venerdì dalla Polizia di Stato unitamente all’Arma dei Carabinieri per la movida ferrarese.

Altrettanto importante è l'apporto fornito dalle rimanenti articolazioni interne della Questura, ovvero le Divisioni Anticrimine ed Amministrativa e gli Uffici, del personale, tecnico logistico, sanitario e contabile. Essi non hanno assolto soltanto all'ordinaria attività di specifica competenza ma hanno altresì fornito un importante contributo in termini di personale per le esigenze esterne.

L’ufficio personale, l’ufficio tecnico-logistico, l’ufficio sanitario hanno fornito un supporto sempre puntuale all’attività degli uffici .

La Polizia Scientifica, con la preziosa opera di supporto alla Polizia Giudiziaria ed all’Ufficio Immigrazione e di documentazione nei servizi di Ordine Pubblico, con i più aggiornati sistemi di videoripresa. 

La Polizia Stradale ha contestato nr. 7706 contravvenzioni al Codice della Strada, ha rilevato nr. 115 incidenti stradali, ha effettuato 6323 controlli con etilometro e/o precursori, controllando 8731 persone e nr. 7566 veicoli, arrestando 1 persona e denunciandone 60.

La Polfer ha effettuato 11.736 controlli su passeggeri, ha arrestato 2 persone e ne ha denunciate 38.

La Sezione Operativa per la Sicurezza Cibernetica di Ferrara ha denunciato complessivamente 51 persone, ne ha arrestata 1, ha ricevuto 51 denunce e identificato 646 persone e 9 veicoli. Ha effettuato nr. 15 incontri presso vari istituti scolastici a cui hanno partecipato oltre 2.000 studenti.

Intendo rivolgere – ha detto il Questore Calabrese -  il mio sincero ringraziamento alle donne e agli uomini di tutte le articolazioni e Specialità della Polizia di Stato di questa provincia, che ogni giorno, ogni notte, adempiono il proprio servizio con responsabilità, passione e sacrificio. Li ringrazio per l’impegno e la dedizione che, a tutti i livelli, hanno dimostrato,   facendo sempre  il proprio dovere con abnegazione e professionalità, per rispondere ai bisogni della collettività. Ringrazio inoltre tutto il personale dell’Amministrazione civile dell’Interno per il prezioso e insostituibile lavoro svolto con altrettanta abnegazione e serietà professionale. Un grazie va alle organizzazioni sindacali della Polizia di Stato e dell’Amministrazione civile dell’Interno, per il prezioso contributo fornito. Un sentito ringraziamento alla sezione dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Ferrara e al suo Presidente, indispensabile collante tra passato, presente e futuro.


10/04/2024

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

30/05/2024 06:34:42