Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • email: dipps130.00F0@pecps.poliziadistato.it

UFFICIO IMMIGRAZIONE - PROTEZIONE TEMPORANEA PER EMERGENZA UCRAINA

CONDIVIDI
.

PROTEZIONE TEMPORANEA PER EMERGENZA UCRAINA

Proroga fino al 31 dicembre 2024 della validità dei permessi soggiorno per protezione temporanea e possibilità di conversione in lavoro

Con la Legge di Bilancio 2023 (Legge nr. 213/2023), approvata il 30 dicembre 2023 ed entrata in vigore il 1° gennaio 2024, è stata prevista la proroga dello stato di emergenza in Italia fino al 31 dicembre 2024 per i profughi ucraini.
La norma prevede la proroga fino al 31 dicembre 2024 della validità dei permessi di soggiorno in scadenza al 31 dicembre 2023, rilasciati ai profughi provenienti dall’Ucraina in conseguenza al riconoscimento agli stessi da parte dell’Unione europea della protezione temporanea

E' prevista anche una importante novità e riguarda l’introduzione della possibilità di conversione in permessi di soggiorno per lavoro dei permessi di soggiorno per protezione temporanea. Le richieste di conversione, in questo caso, dovranno essere presentate tramite apposito kit presso gli Uffici di Poste italiane abilitate al servizio “Sportello Amico” (Motivo 10 Conversione Permesso di soggiorno).

Infine, la norma approvata ribadisce, altresì, che i permessi di soggiorno per protezione temporanea eventualmente perderanno efficacia e saranno revocati anche prima della scadenza del 31 dicembre 2024 nel caso in cui l’Unione Europea adottasse una decisione di cessazione della protezione temporanea.

Modalità di primo rilascio

I cittadini ucraini, entrati sul territorio nazionale a seguito del conflitto armato, dimoranti nella provincia di Ferrara, possono chiedere il titolo di soggiorno per protezione temporanea, ai sensi della normativa vigente, presentandosi personalmente nella giornata di venerdì dalle ore 9 alle ore 12 presso gli Sportelli ubicati in Corso Ercole I d’Este nr. 26 – 44121 Ferrara.

Dovranno portare con sé:
-    Passaporto in corso di validità contenente il timbro di entrata sul territorio nazionale (successivo al 24.02.2022);
-    Dichiarazione di ospitalità, con documento d’identità dell’ospitante, eventualmente depositata presso le competenti autorità comunali;
-    2 fototessere.

In caso di minori accompagnati dai genitori, è necessario, oltre a quanto sopra, il certificato di nascita con indicazione di maternità e paternità, tradotto e legalizzato.

Qualora la procedura dovesse concludersi con esito positivo, verrà rilasciato un permesso di soggiorno elettronico che potrà esser ritirato nella giornata di martedì presso gli sportelli di Via Fausto Beretta nr. 19, previa ricezione di un sms all’utenza indicata nella pratica oppure, in caso di mancata ricezione del messaggio previa verifica dello stato “pronto in consegna” sul sito https://questure.poliziadistato.it/stranieri, indicando nel portale il numero di pratica scritto sulla ricevuta, sempre nella giornata di martedì. 

Al momento del ritiro l’interessato dovrà portare con sé:
-    passaporto in corso di validità;
-    la ricevuta cartacea munita di fotografia e codice fiscale consegnata al momento di acquisizione dell’istanza.


 


19/03/2024

30/05/2024 04:25:55