Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

POLIZIA DI PROSSIMITA’ E SICUREZZA URBANA

CONDIVIDI
.

POLIZIA DI PROSSIMITA’ E SICUREZZA URBANA

La Polizia di Stato è quotidianamente impegnata a rafforzare la sicurezza urbana, bene pubblico che afferisce alla vivibilità e al decoro delle città, da perseguire anche attraverso interventi di riqualificazione, anche urbanistica, sociale e culturale, e recupero delle aree o dei siti degradati, l’eliminazione dei fattori di marginalità ed esclusione sociale, la prevenzione della criminalità, in particolare di tipo predatorio, nonché al controllo dell’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale al fine di sollecitare il senso di responsabilità dei cittadini che, in queste situazioni, fa la differenza e, nel caso contravvenzionare  coloro che con  disinvoltura, disattendono le regole antiCovid-19 mettendo in serie pericolo la salute pubblica.

 

Il Poliziotto di Prossimità nella giornata di ieri identificava alcuni cittadini extracomunitari, tra cui un nigeriano del 1990, dimorante in provincia, regolarmente soggiornante sul T.N., con a carico diversi precedenti penali che risultava avere in essere il divieto di rientro nel Comune di Ferrara per un periodo di tre anni e per tale motivo veniva denunciato in stato di libertà alla competente A.G..

 

Sempre nella giornata di ieri nel corso di un controllo di un cittadino marocchino del 1976, residente in provincia di Fermo, veniva deferito alla locale autorità giudiziaria in quanto munito del foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Ferrara e in corso di validità. 

 

 

Entrambi, essendo presenti nel capoluogo estense senza giustificato motivo, secondo le attuali normative vigenti in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, venivano sanzionati per l’importo di 400 euro ciascuno.

 

Sempre nella giornata di ieri gli Agenti controllavano una cittadina ucraina del 1985 che risultava presente sul T.N. da quasi due anni senza aver mai chiesto il permesso di soggiorno.

Alla donna accompagnata in questi Uffici, al termine delle formalità di rito, veniva notificato il provvedimento di espulsione volontaria in base alla quale dovrà fare rientro nel paese d’origine nel termine di 30 gg;  nel caso non dovesse adempiere sarà riaccompagnata coattivamente.


19/01/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/10/2021 11:53:44