Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

LA POLIZIA INTERVIENE IN PIAZZA ARIOSTEA

CONDIVIDI
.

LA POLIZIA INTERVIENE IN PIAZZA ARIOSTEA

Questa notte, verso le ore 01.25, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale interveniva in P.zza Ariostea in quanto veniva segnalata una lite tra un gruppo di giovani.

All’arrivo delle Volanti la situazione si presentava tranquilla e nessuno stava litigando.

Veniva sentito il richiedente che si trovava in compagnia di due ragazze, il quale dichiarava di aver telefonato al 113 poiché erano venuti a diverbio con i passeggeri di una BMW per motivi di parcheggio.

In particolare, a suo dire, il conducente aveva offeso le ragazze. La scena veniva notata da un altro giovane che interveniva in loro soccorso colpendo con un pugno l’autista della BMW. Il diverbio era durato pochi minuti fino a quando la BMW non aveva lasciato la piazza. La pattuglia, dopo aver effettuato alcuni  giri in zona in cerca della predetta auto, con esito negativo, ritornava dai tre giovani per chiarire la dinamica dei fatti.

Gli stessi non erano però intenzionati a proporre querela perché nessuno di loro aveva riportato lesioni.

 

Verso le 02.15 successive circa veniva segnalato, da parte dei dipendenti del bar Ariosto, un altro diverbio tra diverse persone. All’arrivo, gli equipaggi notavano  alcuni gruppi di giovani tra i quali un ragazzo di carnagione scura a torso nudo che in mezzo alla strada inveiva contro tutti.

Il giovane veniva invitato a calmarsi e successivamente portato in Questura per gli accertamenti di rito, a seguito dei quali risultava essere nato in Marocco, di essere cittadino italiano di anni 20 con precedenti di polizia.

Nella piazza era presente anche un addetto alla sicurezza che riferiva che la lite era nata  davanti al bar Ariosto dove un gruppo di ragazzi con fare minaccioso si era diretto verso un giovane, successivamente identificato per un cittadino serbo, che riusciva a rifugiarsi all’interno del bar. Il giovane serbo riferiva che il diverbio con il gruppo era scaturito per motivi di gelosia nei confronti di una ragazza che ne faceva parte e che lui conosceva solo di vista. Il serbo riportava solo alcune escoriazioni lievi al volto e rifiutava l’intervento del 118 così come anche uno dei presunti aggressori che presentava una leggera escoriazione sulle labbra.

Sono in corso indagini al fine di individuare le singole responsabilità.


20/09/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/11/2020 17:19:59