Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

QUESTURA E C.A.M. SIGLANO PROTOCOLLO “ ZEUS “

CONDIVIDI
.

QUESTURA E C.A.M. SIGLANO PROTOCOLLO “ ZEUS “

Giovedì 17 dicembre alle ore 11:00, dopo Milano, Cagliari e Mantova, tra il C.A.M. ( Centro  Ascolto per Uomini Maltrattanti) e la Questura di Ferrara è stato siglato il Protocollo Zeus per la gestione dei casi di ammonimento.

 

Zeus: il progetto che aiuta al recupero di  stalker e violenti.

 

Il nome del protocollo evoca il primo maltrattante della storia, le cui  modalità di dominio costituiscono un monito da cogliere.  Affinché  tanti uomini non si trasformino in despoti è necessario troncare sul nascere il loro agire inadeguato e violento.

Gli episodi delittuosi di violenza di genere e/o domestica che segnano con frequenza le cronache quotidiane sono l'espressione sintomatica di un rilevante disagio delle comunità, le cui caratteristiche non sono riconducibili solo a determinate condizioni economiche, culturali, religiose o di appartenenza etnica delle persone coinvolte, ma toccano trasversalmente tutte le latitudini del corpo sociale.

L'attenzione rivolta al contrasto di tale complesso fenomeno criminale ed alla necessaria tutela delle vittime ha determinato numerosi interventi di natura legislativa ed una riflessione generale sulla introduzione di protocolli operativi.

La Legge nr. 69/2019 "Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere commessi con violenza” ha inasprito le pene e le misure finalizzate alla punizione dell'autore di tale reato e dei reati  commessi con violenza.

Allo stesso tempo si è potuto constatare anche però che, oltre alla repressione, la legislazione ha previsto alcune norme tese al recupero dello stalker e del maltrattante.

Le prime disposizioni si trovano nel D.L. nr. 93 del 14 agosto 2013 e nella legge di conversione nr. 119. Leggasi il periodo inserito dopo il comma 1 dell'articolo 282 quater del c.p.p. che prevede: “quando l'imputato si sottopone positivamente ad un programma di prevenzione della violenza organizzato dai servizi socioassistenziali del territorio, il responsabile del servizio ne dà comunicazione al pubblico ministero e al giudice ai fini della valutazione ai sensi dell'articolo 299, comma 2 “( revoca di misure cautelari).

La stessa legge di conversione nr.119/13, all'articolo 3 comma 5 bis prevede che il Questore quando procede all'ammonimento, sia  nei casi di cui all'art. 8 del D.L. 23.02.2009 n. 11 che nei casi di cui al già richiamato articolo 3, informi senza indugio l'autore del fatto circa i servizi disponibili sul territorio, inclusi i consultori familiari, i servizi di salute mentale e i servizi per le dipendenze, come individuati dal Piano di cui all'articolo 5, finalizzati ad intervenire nei confronti degli autori di violenza domestica o di genere.

La Direzione Centrale Anticrimine con Circolare 225/ 2019 ha invitato tutti i questori della Repubblica ad espletare una corretta applicazione del comma 5-bis dell'art. 3 D.L 93/2013, laddove è previsto che: " quando il questore procede all'ammonimento ai sensi dell'articolo 8 del decreto-legge 23 febbraio 2009, n.11l, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 aprile 2009, n. 38, come modificato dal citato decreto, informa senza indugio l'autore del fatto circa i servizi disponibili sul territorio, inclusi i consultori familiari, i servizi di salute mentale e i servizi per le dipendenze, come individuati dal Piano di cui all'articolo 5, finalizzati ad intervenire nei confronti degli autori di violenza domestica o di genere", anche attraverso la stipula di protocolli di intervento e d'intesa con le Amministrazioni Locali, le ASL, gli Ufficio Scolastici Provinciali, i Centri Antiviolenza e le associazioni che si occupano della tutela delle donne, in armonia con i protocolli sottoscritti a livello nazionale.

In ossequio a tale invito Il Questore di Ferrara Capocasa  ha introdotto nei decreti di Ammonimento la così detta  "ingiunzione trattamentale" che consiste in un ...invito fatto, in sede di notifica, alle persone ammonite, cd. "maltrattante” o “stalker”, a rivolgersi al C.A.M. per intraprendere un trattamento volto al miglioramento della gestione delle emozioni, nella convinzione che intervenire all'inizio della spirale della violenza è determinante per prevenire la degenerazione dei primi atti, affinché colui che li ha commessi possa " fermarsi prima ".

La Questura intende così “prendersi cura anche di chi agisce con violenza”

 

Come già introdotto, dopo Milano, Cagliari e Mantova, anche tra il C.A.M. ( Centro di Ascolto per uomini Maltrattanti) e la Questura di Ferrara è stato siglato il Protocollo Zeus per meglio affrontare la piaga della violenza di genere da un punto di vista innovativo: bloccare le recidive degli episodi di violenza sul nascere, quando ancora non sono caduti nella fattispecie del reato penale intervenendo direttamente sul maltrattante fermandolo, sottolineando il disvalore sociale delle sue condotte, rieducandolo e riabilitandolo.

A Milano, ove è stato adottato per la prima volta, si è registrata una bassissima recidiva. Solo il 6,7% degli ammoniti hanno reiterato.

 

Proprio nel 2020 la Questura di Ferrara ha emesso  28  ammonimenti per violenza  domestica e 14 per il reato di stalking.

 

Questore Capocasa:

E’ uno strumento eccezionale che consente di affrontare le problematiche della violenza di genere anche occupandosi dell’autore del reato, con un approccio integrato, trattando anche le fragilità di coloro che sono portati alla violenza, accompagnandoli lungo un percorso di cura e consapevolezza.  Una importante risorsa di prevenzione finalizzata a rendere gli autori consapevoli del disvalore giuridico e sociale delle loro condotte, che possono comportare conseguenze molto gravi per le vittime ”.


17/12/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

13/05/2021 18:10:34