Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

ZONA G.A.D. ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E SICUREZZA URBANA

CONDIVIDI
.

ZONA G.A.D. ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E SICUREZZA URBANA

L’obiettivo è quello di continuare ad assicurare, attraverso una costante attività di prevenzione e presenza sul territorio,  la tranquillità sociale e garantire il vivere ordinato  agli operatori economici e ai residenti nella zona GAD, in particolare i giardini del grattacielo, Piazza Castellina e Toti, stazione, con servizi straordinari e specifici volti a contrastare  e ad allontanare  la presenza di cittadini  dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti e reati in genere.

 

Detti servizi vengono attuati attraverso un’azione sinergica svolta quotidianamente da personale della  Polizia di Stato e della Polizia Municipale, sia in forma fissa che dinamica, costantemente integrati dal  Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, con compiti di controlli specifici nelle aree più periferiche del GAD, in particolare alle piazzale della Stazione, via Porta Catena, via Darsena/IV Novembre e via Ortigara.

 

Nel pomeriggio di ieri personale della Polizia di Stato  procedeva al controllo di un cittadino extracomunitario  marocchino di anni 22 , S.F.D. , privo di documenti. Accompagnato in Questura, al fine di addivenire alla sua identificazione, lo straniero è risultato gravato da un provvedimento di espulsione e ordine di allontanarsi dal T.N.. Al termine delle formalità di rito, veniva emesso e notificato un nuovo provvedimento di espulsione e ordine di allontanamento dal territorio nazionale e deferito all’A.G..

 

L’Ufficio Immigrazione ha disposto la revoca  del permesso di soggiorno per motivi umanitari a  due cittadini  extracomunitari, dopo il diniego della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale.

Il rigetto delle istanze trae origine dal venir meno   dei requisiti necessari per tale  riconoscimento e  per gravi motivi di ordine e sicurezza pubblica, condizioni che  si frappongono in palese contrasto  con le finalità di integrazione e di protezione.  Ai cittadini extracomunitari sono stati consegnati e notificati i provvedimenti di diniego e muniti di provvedimenti di espulsione  con l’invito a lasciare il territorio nazionale entro 15 giorni.

 

Personale della Polizia di Stato interveniva su segnalazione della sala operativa in ausilio di un controllore del TPER , in quanto un cittadino extracomunitario, privo di titolo di viaggio, si rifiutava di declinare le generalità ed esibire un documento per la contestazione dell’infrazione.

Alla richiesta degli agenti di esibire il permesso di soggiorno e altro documento di identità, dichiarava di averli dimenticati a casa, pertanto veniva accompagnato in Questura per la sua esatta identificazione.

Dal foto-segnalamento emergeva essere titolare di permesso di soggiorno, pertanto al termine delle formalità di rito, l’uomo di 31 anni di nazionalità pakistana veniva denunciato  per non aver al seguito i documenti attestanti la regolare presenza nel territorio e per essersi rifiutato di esibire e declinare le proprie generalità a P.U.

 

 

RISULTATI

  • 02 persone denunciate  a p.l..
  • 94 persone identificate risultate regolari.
  • 22 veicoli controllati.
  • 03 posti controlli.
  • 02  esercizi commerciali controllati.

02/11/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/10/2021 02:17:03