Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

Continuano i controlli della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia-Romagna

CONDIVIDI
.

Continuano i controlli della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia-Romagna

      Continuano i controlli della Polizia di Stato

nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia-Romagna

 

Storia a lieto fine quella che a Ferrara ha visto coinvolte stamattina una giovane

mamma e la sua figlioletta di pochi mesi.

Alle ore 8 di oggi la Centrale Operativa della Questura di Ferrara diramava la nota relativa ad una giovane donna che, scesa alla fermata dell’Ospedale di Cona dal treno Codigoro-Ferrara, aveva appena lasciato a bordo treno la figlioletta di pochi mesi.

La donna, disperata , si è rivolta alla vigilanza dell’Ospedale che a sua volta ha allertato la sala operativa della  Polizia.

Immediatamente una volante della locale Questura ha raggiunto la stazione di Ferrara, dove con il personale della Polizia Ferroviaria all’arrivo del treno avvenuto dopo pochissimi minuti, è riuscita ad individuare e raggiungere la piccola rimasta nel passeggino, prendendola in consegna.

Nel frattempo un’altra pattuglia Polfer si è recata all’Ospedale di Cona ed ha accompagnato la mamma in stazione, dove ha potuto ricongiungersi con la sua bimba.

Dagli accertamenti è poi emerso che la donna non aveva dimenticato la figlia, ma all’atto di scendere dal treno si era vista chiudere le porte del convoglio, senza riuscire a far scendere il passeggino con all’interno la figlioletta, versione confermata anche da vari testimoni.

Madre e figlia sono poi state nuovamente riaccompagnate all’Ospedale dove avevano in previsione un importante visita medica.

 

VIOLENZA E RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

 

Sempre a Ferrara, nei giorni scorsi, un capotreno di Trenitalia-Tper, si è rivolto agli agenti della Polizia Ferroviaria denunciando di essere stato vittima di un’aggressione subita poco prima a bordo di un treno tra Ravenna e Ferrara l’uomo ha riferito che nella stazione di Portomaggiore (FE), sono saliti a bordo treno due donne e due uomini di nazionalità nigeriana, sprovvisti di titolo di  viaggio, che al controllo del biglietto hanno rifiutato anche di fornire le proprie generalità per la loro regolarizzazione.

In arrivo a Ferrara, in attesa dell’intervento della Polizia Ferroviaria, le due donne lo hanno aggredito spintonandolo ripetutamente, provocandogli escoriazioni al braccio destro.

All’apertura delle porte una delle due viaggiatrici è riuscita a fuggire, l’altra è stata bloccata dalla Polizia Ferroviaria, identificata e denunciata per violenza e lesioni a pubblico ufficiale.


03/09/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

02/12/2020 13:36:37