Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

POLIZIA DI STATO ESECUZIONE MISURA CAUTELARE DEL DIVIETO DI AVVICINAMENTO

CONDIVIDI
..

POLIZIA DI STATO ESECUZIONE MISURA CAUTELARE DEL DIVIETO DI AVVICINAMENTO

Il personale della Squadra Mobile, nella giornata di ieri notificava a un 64enne ferrarese, la  misura cautelare del divieto di avvicinamento, disposta dal GIP del Tribunale di Ferrara per il reato di stalking nei confronti di altro uomo.

Le indagini iniziavano nel 2019, quando la vittima presentava presso la locale Procura della Repubblica una denuncia querela nei confronti del suo ex socio per atti persecutori.

La disputa   riguardava  una attività di ingegno ove lo stalker   riteneva che il suo ex socio gli aveva sottratto  l’invenzione di un sistema modulare di produzione di energia .

Lo stalker  poneva in essere continui comportamenti persecutori, appostandosi ripetutamente e con frequenza quasi quotidiana nei pressi dell’abitazione della vittima e in altri luoghi dalla stessa frequentati, sostandovi a lungo, impedendogli così di uscire e circolare liberamente, pedinandolo nei suoi spostamenti e spesso urlandogli frasi minacciose e ingiuriose, giungendo anche in una circostanza  a percuoterlo;  e ancora, disturbando continuamente la sua attività lavorativa e screditandolo con la comunicazione a terzi soggetti ( amici, conoscenti e fornitori) di false notizie sul suo conto.

Dette condotte comportavano nella parte offesa una condizione di stress e di timore pressochè costante per la sua stessa incolumità costringendolo a modificare il suo modus vivendi.

 

I continui atti persecutori segnalati all’A.G., determinavano  il Gip del Tribunale di Ferrara a emettere la predetta misura cautelare.

 

Lo stalking è un reato che il nostro legislatore ha voluto inserire esplicitamente nel nostro ordinamento per poter fornire una risposta sanzionatoria a quei comportamenti che prima dell’introduzione della novità normativa venivano inquadrati in altre meno gravi condotte, come la minaccia o molestie, ed altresì per poter arrivare a una migliore tutela della parte offesa, ha ampliato lo spettro di misure cautelari prevedendo anche una nuova misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, ex art. 282 ter c.p.p., ovvero – al secondo comma – “di non avvicinarsi a luoghi determinati, abitualmente frequentati dalla persona offesa, ovvero di mantenere una determinata distanza da tali luoghi o dalla persona offesa”, e al terzo comma e in caso di ulteriori necessità di tutela, “di non avvicinarsi a luoghi determinati abitualmente frequentati dai prossimi congiunti della persona offesa o da persone con questa conviventi o comunque legate da relazione affettiva”.

 

La figura di reato prevede come situazione preventiva l’Ammonimento del Questore , che diffida il persecutore ad avere un comportamento conforme alla legge e ad astenersi dal compiere ulteriori atti persecutori ai danni della vittima o di terzi ad essa in qualche modo legati,  rappresentando un significativo strumento preventivo poiché se il fatto è commesso da un soggetto ammonito la pena è aumentata e si procede d’ufficio.

 


18/04/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

13/07/2020 17:44:33