Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

CORONAVIRUS: LA POLIZIA DI STATO PIU’ CONTROLLI

CONDIVIDI
-

CORONAVIRUS: LA POLIZIA DI STATO PIU’ CONTROLLI

Nella mattinata di ieri, nel corso dei servizi predisposti dal Questore, ai caselli autostradali di Ferrara Sud e Ferrara Nord, sul raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi  e  sulle strade extraurbane secondarie in particolare la S.S. 309 “ Romea” e la S.S. 16 “Adriatica”,  tesi a limitare i movimenti non autorizzati, in particolare in questo weekend  di Pasqua verso i lidi ferraresi.

Una pattuglia della Polizia Stradale  impegnata nella vigilanza del traffico viario al casello di Ferrara Nord, fermava un’autovettura al cui interno vi erano cinque cittadini marocchini.

 

Dai primi accertamenti emergeva che  tre di loro risultavano irregolari in quanto entrati clandestinamente nel territorio nazionale.

Accompagnati in Questura venivano sottoposti a foto-segnalamento e ai rilievi dattiloscopici  al cui termine l’Ufficio Immigrazione  provvedeva alla emissione e notifica dei provvedimenti di espulsione e ordine del Questore di allontanarsi dal territorio nazionale.

Tutti venivano  sanzionati per inosservanza dell’art. 4 co. 1  DL n. 19 del 25.03.20.

 

In altra circostanza all’altezza del casello di Ferrara Sud,  veniva controllata un autocarro che trasportava ricambi per mezzi agricoli alla cui guida   un uomo 35enne, con regolare autocertificazione per motivi di lavoro,  conduceva il mezzo in stato di ebbrezza alcolica, confermato dal successivo accertamento effettuato mediante etilometro il cui tasso risultava superiore a 1,5 g/l.   Veniva  contestato l’art. 186 c. 2 lett C del codice della strada con applicazione della sanzione accessoria del ritiro  della  patente di guida.

 

In zona GAD veniva fermato un  cittadino nigeriano, proveniente dal basso ferrarese, il quale durante il controllo da parte degli agenti di Polizia non esibiva l’autocertificazione né forniva  una convincente motivazione sulla sua presenza in città. Dagli accertamenti risultava gravato da un rintraccio per identificazione poiché indagato per spaccio di sostanze stupefacenti. Redatti gli atti di polizia giudiziaria, veniva sanzionato ai sensi art 4 co. 1  D.L. del 25.03.2020.

 

 

 

 

Il Questore: “ Noi ci siamo sempre voi restate a casa ” , ci sono infatti ancora troppe persone che     circolano non rispettando le prescrizioni previste.

 


14/04/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/11/2020 22:18:07