Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

Un'occhiata all'attività della Polizia di Stato nella giornata di ieri

CONDIVIDI
volante

Un'occhiata all'attività della Polizia di Stato nella giornata di ieri

Nel pomeriggio di ieri 26 agosto, è stato effettuato un servizio straordinario interforze di controllo del territorio diretto a potenziare l’attività di pattugliamento e di prevenzione generale ai fini di contrastare lo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti in questo capoluogo ed in particolare con pattugliamenti nelle zone giardini del grattacielo, Piazzale Stazione, Piazzale Castellina, Area stadio, via Oroboni, Porta Catena, Corso Porta Po e via Belvedere. Al servizio, svolto da personale della Questura, hanno collaborato 3 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna di Bologna e di una unità cinofila antidroga di Padova. In particolare l’attività di Polizia è stata espletata attuando un minuzioso esame  delle aree anzidette procedendo dapprima ai controlli nella specifica zona G.A.D, con identificazione di soggetti appiedati e l’esecuzione di posti di controllo, nonché una accurata ispezione tramite l’unità cinofila nelle zone indicate compresa la parte interessata dalle mura cittadine. L’attività di polizia ha prodotto i seguenti risultati: 127 persone identificate di cui 26 di nazionalità non europea, 2 esercizi commerciali controllati compresi i relativi avventori, 6 posti di controllo effettuati durante i quali sono stati verificati i documenti di circolazione di 55 veicoli, nonché dei loro conducenti e l’identità dei trasportati, sequestrati a carico di ignoti sulle “mura” quasi 4 grammi di marijuana travata a terra in un pertugio dall’unità cinofila e denunciate due persone di nazionalità straniera. Il primo di questi, una donna cl. 1950, si era appropriata di 20 euro di articoli del negozio Tigotà senza pagare il corrispettivo all’uscita. La responsabile accortasi del furto la bloccava per poi far intervenire i citati equipaggi che provvedevano alla sua denuncia e alla restituzione dei beni all’attività. Il secondo denunciato è un cittadino marocchino classe 1973. Nel primo pomeriggio un equipaggio veniva inviato in piazza Verdi in quanto un  ragazzo era stato colpito con un pugno al volto da un soggetto extracomunitario, riferendo che alcuni suoi amici riconoscevano l’autore già allontanatosi dal posto. Poco più tardi, il giovane colpito, richiamava il 113 riferendo che l’aggressore era tornato in piazza Verdi. Gli operatori, si ripresentavano in zona, riconoscevano il soggetto indicato che, privo di documenti veniva accompagnato presso gli Uffici della Questura e identificato. Al termine delle necessarie procedure veniva segnalato alla competente AG perché irregolare sul territorio nazionale e quindi trattenuto a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’espletamento delle pratiche di rimpatrio mentre, il cittadino italiano colpito da un pugno manifestava agli Agenti la volontà di non adire alle vie legali per il danno fisico procuratogli dal fendente.


27/08/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/11/2020 13:23:49