Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

Un’occhiata all’attività della Polizia di Stato

Aggredisce una donna in centro: la Polizia lo arresta per tentato omicidio

Un’occhiata all’attività della Polizia di Stato

Proseguono incessanti i servizi straordinari della Polizia di Stato sul territorio per prevenire e contrastare reati specie in questo periodo di ferragosto. Dall’inizio di  giugno fino ad oggi sono stati svolti in totale 27 servizi straordinari di controllo del territorio, durante i quali, tra l’altro, sono stati sottoposti a  controllo 777 persone di cui 331 di nazionalità straniera e 2393 automezzi - avvalendosi anche del sistema ANPR, piattaforma tecnologia della Polizia di Stato che attraverso un tablet fissato sulla plancia della Volante e una telecamera esterna riconosce le targhe verificandone all’istante lo stato assicurativo e l’eventuale provenienza da furto -, effettuati 26 posti di controllo e controllati 18 esercizi pubblici. A questa tipologia di controlli si aggiungo quelli della Polizia Stradale nel corso dei fine settimana e soprattutto in vista della festività del ferragosto, mirati a contrastare la guida in stato di ebbrezza alcoolica o alterazione dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope. I tratti viari più presidiati sono quelli che conducono al litorale comacchiese.

Nella giornata di ieri personale della Polizia di Stato ha effettuato 3 arresti.  

In particolare nella mattinata è stato arrestato un cittadino italiano cl.1997 per un tentativo di furto in abitazione. Alle ore 09.15 la Centrale Operativa  inviava gli operanti in via Oroboni in quanto dei residenti avevano visto un ragazzo scavalcare la recinzione del condominio ed erano riusciti a fermarlo mentre tentava di uscire dal cancello portando con sé una bicicletta tipo “graziella”. Su indicazione dei richiedenti si fermava il responsabile, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, ancora presente all’interno dello stabile, e successivamente venivano sentiti i testimoni che dichiaravano di averlo visto entrate prima nella corte condominiale e poi impossessarsi di una bicicletta custodita in uno dei garage. Si raggiungeva telefonicamente il proprietario della bicicletta invitandolo  a sporgere denuncia. Gli operanti verificavano poi che anche altri garage presentavano segni di forzatura ed erano aperti.

In base a quanto sopra il soggetto veniva tratto in arresto su disposizione del Magistrato di turno trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa della direttissima che si dovrà svolgere nell’odierna mattinata.

Sempre personale delle Volanti ha denunciato a piede libero un cittadino marocchino cl.1979 per furto aggravato, false attestazioni sulla propria identità e inosservanza all’ordine di allontanamento dal territorio italiano. In serata gli operatori di una pattuglia in transito nel parco pubblico che collega via Poledrelli e via Cassoli notavano nei pressi delle panchine un uomo che alla loro vista saliva a bordo di una bicicletta e si allontanava con fare sospetto, cercando di far perdere le proprie tracce, in direzione di Via Cassoli. L’uomo una volta raggiunto e fermato dichiarava di essere sprovvisto di ogni documento utile alla sua identificazione. In merito alla bicicletta sulla quale stava pedalando, asseriva che l’aveva ricevuta in prestito da un suo amico del quale non era in grado di fornire alcuna generalità. Contestualmente si avvicinava un uomo che riconosceva la bicicletta come la propria, dichiarando di averne subito il furto poco prima mentre si trovava in viale Belvedere, notando l’uomo fermato dagli operanti che se ne impossessava per poi fuggire in direzione Via Poledrelli. Visto che lo straniero era sprovvisto di documenti utili alla sua identificazione veniva accompagnato presso gli Uffici della Questura per essere sottoposto a rilievi a mezzo SPAID, all’esito dei quali veniva deferito all’A.G. per il reato di furto consumato inerente la bicicletta inoltre veniva altresì denunciato a piede libero per false attestazioni a P.U. in quanto da accertamenti risultava che nel fascicolo cartaceo del soggetto era inserito un documento attestante le esatte generalità diverse da quelle fornite. Infine si appurava che lo stesso risultava irregolare sul T.N. ed a suo carico, con altro nome gravava un ordine del Questore di allontanarsi dal territorio italiano.

Inoltre personale della Squadra Mobile ha arrestato in esecuzione ad un ordine di carcerazione un cittadino marocchino domiciliato a Ferrara cl.1951. Da accertamenti degli Agenti dell’ufficio investigativo si apprendeva che l’individuo risultava ricoverato presso una casa di cura cittadina. Pertanto dopo aver consultato personale medico e aver accertato che le condizioni di salute non fossero critiche lo stesso veniva dimesso e accompagnato in questi uffici per poi essere tradotto alla locale Casa Circondariale dove dovrà scontare una pena di Mesi 1 e giorni 7  perché responsabile del reato di  resistenza a P.U. commesso nel 2011 in questo capoluogo.

Infine nel corso dei controlli straordinari effettuati dal personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Ferrara, in previsione dell’imminente festività di Ferragosto, eseguiti nell’ambito della stazione F.S. di Ferrara, estesi anche ai treni ed ai bagagli, secondo le indicazioni del Servizio Polizia Ferroviaria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, il personale del suddetto Ufficio di Specialità della Polizia di Stato, ha identificato e controllato   anche una cittadina italiana di 44 anni su cui pendeva un provvedimento di rintraccio e cattura, dovendo la stessa scontare una pena definitiva di  anni 1 (uno) e  mesi 2 (due) per il delitto di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso in Ferrara nel maggio 2007 e condannata in via definitiva dal Tribunale di Ferrara nel 2013. Pertanto, la medesima, veniva associata presso il carcere di Bologna.


13/08/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

16/09/2019 14:34:46