Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 FERRARA ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

Un’occhiata all’attività delle Volanti nella giornata di ieri

foto

Un’occhiata all’attività delle Volanti nella giornata di ieri

Nel pomeriggio di ieri un cittadina  rumena di 27 anni è stata tratta in arresto per il reato di rapina. Costei unitamente ad un’altra donna ed un uomo rimasti, al momento, sconosciuti, asportavano dei capi di abbigliamento presso il negozio cittadino denominato “il Globo”, ma il successivo transito tra le barriere antitaccheggio attivava l’allarme acustico, cosa che veniva notata anche dalla guardia interna addetta alla vigilanza, che assieme alla dipendente inseguivano i tre verso l’uscita del negozio e tra tutti ne nasceva una lite animata. All’arrivo della responsabile, che ribadiva alla donna di rientrare in negozio, l’uomo in sua compagnia si poneva alle sue spalle spintonandola, mentre la donna rimasta sconosciuta le afferrava un braccio e la tirava fino a farla cadere a terra, causandole dolore alla spalla, al braccio ed alla mano. I tre a quel punto scappavano e solo la predetta ventisettenne, si fermava venendo bloccata dal vigilante.  All’arrivo degli agenti veniva sottoposta a perquisizione e nello zainetto che indossava veniva rinvenuta una felpa marca Nike, precedentemente asportata nel predetto esercizio commerciale, del valore di euro 53,90.

 

Sempre nel tardo pomeriggio di ieri una Volante veniva inviata in questa Piazzetta Toti in quanto era stata segnalata una lite tra due persone. Sul posto gli operatori identificavano un trentenne nigeriano il quale aveva il volto sanguinante per la perdita di 2 denti.

Dai successivi accertamenti si appurava che lo stesso, in precedenza era venuto a diverbio con un altro cittadino di colore ed in breve erano passati alle vie di fatto.

Lo stesso soggetto, dopo avere rifiutato le cure del personale medico, si mostrava riluttante a seguire spontaneamente gli agenti in Questura, con grida e movimenti repentini, solamente dopo vari tentativi si riusciva a far salire lo straniero sulla vettura di servizio.

Una volta presso questi uffici, si accertava che l’extracomunitario risultava inottemperante all’Ordine del Questore e quindi deferito all’A.G. sia per la resistenza a P.U. che per lo stato di clandestinità.


17/02/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/09/2019 02:49:50