Questura di Fermo

  • Via Italia, 12 - 63900 FERMO ( Dove siamo)
  • telefono: 073425441
  • email: dipps19E.00F0@pecps.poliziadistato.it

Porto Sant'Elpidio: arrestato in flagranza ubriaco violento

CONDIVIDI
la volante arresta in flagranza ubriaco violento

Nelle prime ore della notte di domenica scorsa la volante della Questura è intervenuta presso un esercizio pubblico di somministrazione di Porto Sant’Elpidio dove era stata segnalata la presenza di un soggetto, abbigliato con un giubbino mimetico, il quale aveva poco prima minacciato con un coltello il gestore dell’attività ed alcuni clienti presenti nel locale.

In particolare era stato comunicato che l’uomo, entrato nel bar in evidente stato di ubriachezza, aveva chiesto che gli venissero somministrate altre bevande alcoliche ma al rifiuto del titolare aveva estratto un coltello pretendendo la mescita e rivolgendo l’arma anche nei confronti di altri avventori ed in particolare contro i clienti di una saletta interna nella quale si stava svolgendo una festa; alcuni dei presenti si erano allontanati dal luogo per il comportamento pericoloso del soggetto.

Gli operatori della Polizia di Stato, giunti sul posto, hanno subito individuato il soggetto in base alle sue descrizioni fornite alla sala operativa della Questura ma una volta avvicinatisi sono stati affrontati dall’uomo che li ha minacciati di morte mentre tentava di estrarre un coltello dalla tasca. Per prevenire l’aggressione del soggetto evidentemente ubriaco e tutelare l’incolumità dei presenti gli operatori della Polizia di Stato lo hanno bloccato malgrado il soggetto li abbia colpiti più volte con calci e pugni provocando lesioni ad entrambi gli agenti.

Al termine della colluttazione i poliziotti sono riusciti, a fatica, ad immobilizzarlo, lo hanno perquisito ed hanno trovato il coltello, con lama di più di 10 cm di lunghezza, con il quale aveva in precedenza minacciato gestore e clienti.

Anche durante l’accompagnamento in Questura il soggetto ha continuato nei sui comportamenti, pronunciando ulteriori minacce nei confronti dei poliziotti e colpendo ripetutamente con calci l’interno della vettura di servizio.

L’uomo, che si è rifiutato di fornire la proprie generalità, è stato identificato per un quarantenne fermano residente nell’entroterra della provincia.

Dopo i necessari accertamenti è stato tratto in arresto per i reati di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, tentata rapina aggravata, rifiuto di fornire le proprie generalità e porto abusivo l’arma, ed è stato condotto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Le immediate verifiche svolte dagli operatori della Questura hanno accertato che il soggetto era in possesso di alcune armi legittimamente detenute in base ad un titolo di polizia rilasciato alcuni anni fa. I poliziotti hanno pertanto provveduto al ritiro delle predette armi tra le quali è stato ritrovato munizionamento non dichiarato e parti di armi non denunciate, che sono state sequestrate; a seguito di tali ulteriori accertamenti l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica anche per tale reato.

Il Questore di Fermo ha immediatamente revocato il porto di fucile per uso sportivo del quale era in possesso e si è provveduto alla segnalazione alla Prefettura finalizzata all’emissione del divieto di detenzione armi.

Lunedì mattina il suo arresto è stato convalidato e l’uomo condannato con giudizio direttissimo.


08/03/2022

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

13/06/2024 05:59:45