Questura di Crotone

  • Largo Pastificio n.20 - 88900 CROTONE ( Dove siamo)
  • telefono: 09626636111
  • fax: 09626636777
  • email: gab.quest.kr@pecps.poliziadistato.it

ATTIVITÀ SVOLTA NELL’ARCO DELLA SETTIMANA - (Servizi di controllo del territorio e Piano d’azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta)

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale - Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

 

- Arrestate nr. 01 persona;

- deferite all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà nr. 07 persone;

- controllate nr. 11 persone sottoposte a misure di sicurezza;

- identificate nr. 1690 persone;

- controllati nr. 367 veicoli (anche con sistema Mercurio);

- effettuati numerosi posti di controllo;

- elevate nr. 13 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;

- effettuati nr. 12 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;

- effettuate nr. 29 perquisizioni;

- accompagnate nr. 03 persone in Ufficio per identificazione.

- effettuati nr. 13 controlli amministrativi e, contestualmente, elevate nr. 07 sanzioni amministrative ed effettuati nr. 02 sequestri amministrativi e/o penali.

 

Nella serata del 13 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà P. U., crotonese classe 1944, per atti osceni in luogo pubblico ed ha segnalato amministrativamente al sig. Prefetto, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 709/90, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, M. G. nato in San Giovanni in Fiore (CS) classe 1988, poiché trovato in possesso di grammi 2,5 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, debitamente sequestrata.

 

Nella serata di domenica 14 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà il cittadino straniero, S. M., nato in India classe 1992, perché resosi responsabile del reato di “atti contro la pubblica decenza”.

 

Nel pomeriggio del 15 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha deferito in stato di libertà C. L., crotonese, classe 1972, perché resosi responsabile del reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere. Nella circostanza il predetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di cm. 15, con lama di cm. 6, opportunamente sequestrato.

 

Nella nottata del 16 luglio u.s., personale della Squadra Volante ha segnalato amministrativamente al sig. Prefetto G. S. M., crotonese, classe 1994, e C. L., crotonese, classe 1999, in quanto assuntori di sostanze stupefacenti. Nella circostanza, il primo soggetto, sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso di grammi 1,5 di hashish e gr. 1 di marijuana, mentre il secondo veniva trovato in possesso di grammi 0,5 di marijuana. Tutta la sostanza stupefacente veniva opportunamente sequestrata.

 

Nella mattinata di mercoledì 17 luglio u.s., personale della Divisione P.A.S.I. - Squadra Amministrativa, unitamente a personale dell’U.P.G.S.P. - Squadra Nautica, del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza ed a personale dell’A.S.P. - S.I.A.N. di Crotone, in ottemperanza al progetto “Hera Lacinia - contrasto alla criminalità diffusa”, ha effettuato nr. 05 controlli amministrativi, all’esito dei quali, presso una delle attività controllate si procedeva al sequestro amministrativo di kg. 27,400 circa di prodotti di genere alimentare (carne, pesce, verdura e pane), in quanto si riscontrava essere sprovvisto di etichettatura e di documentazione attestante la rintracciabilità; presso nr. 03 delle attività controllate si procedeva ad elevare sanzione amministrativa inerente la mancata esposizione del cartello indicante il turno di esercizio dell’attività, per un importo pari ad € 308,00 cadauno in misura ridotta; si è proceduto inoltre a segnalare al competente Ispettorato del Lavoro di Crotone, nr. 02 dipendenti non regolarmente assunti, al fine di elevare le sanzioni del caso; si elevavano nr. 06 sanzioni per violazioni al Codice della Navigazione per un importo di € 1.032,00 cadauno.

Infine personale sanitario del S.I.A.N. procedeva alla chiusura di nr. 02 locali adibiti a ristorazione e cucina, presso altrettante attività controllate, per mancanza dei requisiti minimi di carattere igienico - sanitario, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento e richiesta documentale a tutti gli esercizi controllati.

 

Nella giornata del 17 luglio u.s., personale della Squadra Volanti ha deferito all’A.G., M. V., crotonese, classe 1975, per il reato di porto ingiustificato di armi di oggetti atti ad offendere. Nella circostanza, lo stesso veniva segnalato al sig. Prefetto in quanto assuntore di sostanza stupefacente in quanto trovato in possesso di grammi 0,7 di sostanza stupefacente tipo cocaina.

 

Nella giornata del 17 luglio u.s., personale della Squadra Volanti ha segnalato al Sig. Prefetto B. G., classe 1980, poiché trovato in possesso di grammi 0,1 di sostanza stupefacente tipo cocaina.

 

Nella giornata del 17 luglio u.s., personale della Squadra Volanti, in un edificio della periferia di questo capoluogo, ha rinvenuto e sequestrato a carico di ignoti, grammi nr. 9 di sostanza stupefacente tipo cocaina.

 

Nella medesima giornata, personale della Squadra Volanti ha rinvenuto in strada e sequestrato, a carico di ignoti, grammi nr. 0.9 di sostanza stupefacente tipo cocaina.

 

Nella mattinata del 17 luglio u.s., personale della Divisione P.A.S.I. - Squadra Amministrativa, unitamente a personale dell’U.P.G.S.P. - Squadra Nautica, del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza ed a personale dell’A.S.P. - S.I.A.N. di Crotone, in ottemperanza al progetto “Hera Lacinia - contrasto alla criminalità diffusa”, ha effettuato controlli amministrativi nel territorio provinciale, all’esito delle quali ha conseguito i seguenti risultati:

 

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande - lido, dopo aver proceduto al controllo delle autorizzazioni amministrative, si procedeva ad elevare sanzione amministrativa inerente la mancata esposizione del cartello indicante il turno di esercizio dell’attività, per un importo pari ad € 308,00 in misura ridotta. Si procedeva, inoltre, al sequestro amministrativo di kg. 27,400 circa di prodotti di genere alimentare (carne, pesce, verdura e pane), in quanto si riscontrava essere sprovvisto di etichettatura e di documentazione attestante la rintracciabilità. Personale sanitario del S.I.A.N. procedeva inoltre alla chiusura del locale adibito a ristorazione e cucina per mancanza dei requisiti minimi di carattere igienico - sanitario, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento e richiesta documentale.

 

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande si identificava nr. 1 dipendente, che risultava essere non regolarmente assunto (in nero), e per il quale si procedeva a relativa segnalazione al competente Ispettorato del Lavoro di Crotone. In prosecuzione si procedeva al controllo circa il possesso delle autorizzazioni amministrative, al termine del quale si procedeva ad elevare sanzione amministrativa inerente la mancata esposizione del cartello indicante il turno di esercizio dell’attività, per un importo pari ad € 308,00 in misura ridotta. Inoltre personale dell’A.S.P. - S.I.A.N. impartiva prescrizioni di adeguamento di carattere igienico - sanitario;

 

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, al termine della verifica amministrativa, si invitata il titolare a portare in visione documentazione attestante il regolare pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico, oltre alla chiusura positiva della pratica amministrativa relativa alla licenza di somministrazione di alimenti e bevande;

 

presso un hotel si identificavano n. 2 dipendenti, dei quali n. 1 risultato regolarmente assunto e n. 1 sprovvisto di regolare contratto di lavoro (in nero) e per il quale si procedeva a relativa segnalazione al competente Ispettorato del Lavoro di Crotone. La successiva verifica, circa il possesso delle autorizzazioni amministrative, non faceva emergere irregolarità;

 

presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande si identificavano n. 4 dipendenti, per i quali si invitava il titolare a portare in visione i relativi contratti di assunzione. In prosecuzione dell’attività si procedeva alla verifica circa il regolare possesso delle autorizzazioni amministrative ed al termine della quale si invitava il titolare presso questi Uffici al fine di portare in visione ulteriore documentazione amministrativa ed urbanistica, non esibita al momento del controllo. Si procedeva infine ad elevare sanzione amministrativa inerente la mancata esposizione del cartello indicante il turno di esercizio dell’attività, per un importo pari ad € 308,00 in misura ridotta. Inoltre personale del S.I.A.N., procedeva ad inibire l’utilizzo di un locale adibito a magazzino per riscontrate carenze igieniche - sanitarie, oltre ad impartire prescrizioni di adeguamento di carattere igienico - sanitario.

 

Inoltre, presso due lidi balneari, personale dell’U.P.G.S.P. - Squadra Nautica elevava nr. 06 sanzioni per violazioni al Codice della Navigazione dell’importo in misura ridotta di € 1.032,00.

 

 

Nella mattinata del 18 luglio u.s., personale dell’Ufficio di Gabinetto, a seguito di normali controlli, ha deferito alla competente Autorità Giudiziaria: G. F., di Crucoli classe 1952, M. F., di Casabona classe 1953 e P. E., crotonese classe 1974, in quanto, ognuno resosi responsabile del reato di porto di armi ed oggetti atti ad offendere, ex art. 4 legge 110/75.

 

 

 

 

 

 

Crotone, 20 luglio 2019.


20/07/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/10/2019 17:08:32