Questura di Catanzaro

  • Piazza Le Pera - 88100 CATANZARO ( Dove siamo)
  • telefono: 0961/889111
  • email: gab.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio di Gabinetto); urp.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio Relazioni con il Pubblico)
  • facebook

Le donne lo sanno: "questo non è amore" - il racconto dell’iniziativa della Questura di Catanzaro in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

CONDIVIDI
a

Un 25 novembre particolare quello di ieri pomeriggio nella palestra delle Fiamme oro del Centro Polifunzionale della P.S. di Catanzaro, dove in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne,  si è svolta l’iniziativa

<< Le donne lo sanno: "……questo non è amore">>

Nulla da celebrare o commemorare, ma riflettere e responsabilizzare sul grave fenomeno della violenza  di genere e il femminicidio.

Il Prefetto, d.ssa Francesca Ferrandino, i rappresentanti delle altre Forze dell’Ordine, istituzioni scolastiche, Associazioni, alunni del “Convitto Nazionale Galluppi”  e dell’I.I. S. “G. De Nobili” hanno vissuto momenti di profonda intensità sul tema  trattato.

Un coinvolgimento attraverso filmati con testimonianze di donne maltrattate e del personale della Polizia di Stato che si occupano di loro, due inedite ed emozionanti canzoni della giovane e talentuosa Caterina Oliverio, recite di brani di Alada Merini, Frida Khalo, Audrey Hepburn interpretate da Vincenzo Maruca e Nicole Bressi, due giovanissimi esordienti attori della Scuola Teatro Incanto, una rappresentazione di tre ballerine della ASD Dream Ballet.

Vari momenti, tutti inerenti l’iniziativa, iniziata con la proiezione di un video-messaggio del Prefetto Franco Gabrielli Capo della Polizia di Stato, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza,

alternati da interviste al Questore, al presidente del centro antiviolenza ASTARTE, d.ssa Garzia Muri, al presidente del Centro Calabrese di Solidarietà e del centro antiviolenza Mondo Rosa, d.ssa Isa Mantelli.

Il pomeriggio si è concluso con un’esibizione delle Fiamme Oro sulle tecniche di difesa personale, con la partecipazione di coloro che stanno frequentando, nella Palestra del Centro Polifunzionale, il dedicato riservato alle donne della Polizia di Stato, dell’Amministrazione Civile dell’Interno, delle altre Forze di Polizia.

Il tutto ricco di contenuti e soprattutto della necessità di un impegno corale per conseguire un cambio culturale per affrontare ed abbattere il fenomeno  della violenza e soprusi che troppe donne subiscono:

“il problema non sono le donne”!

Il problema sono quegli uomini che le maltrattano, le abusano, le uccidono. E’ su di loro che bisogna puntare di più i riflettori!

In questa direzione, il Questore Di Ruocco e la d.ssa Mantelli, ieri hanno firmato un importante  protocollo d’intesa, in linea con il Piano di Azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere adottato dal Ministro per le pari opportunità e il Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne, con le Nuove prassi operative alla luce del c.d. “Codice Rosso” (L. 69/2019).

Il Questore nel provvedimento di ammonimento indicherà ai maltrattanti il percorso terapeutico che

potranno seguire presso il Centro Calabrese di Solidarietà.

Nel ringraziare tutti i presenti e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa, in particolare il giornalista conduttore Davide Lamanna e lo staff della testata giornalistica di CatanzaroInforma, il Questore ha salutato con un ulteriore monito ed auspicio:

le donne vittime di violenza devono essere accolte,  assistite, aiutate.

Dobbiamo fare di più e  tutti i giorni opera di prevenzione con l’impegno di tutte le istituzioni a partire dall’educazione scolastica, tutti insieme e in rete per maggiormente sensibilizzare e responsabilizzare i giovani e i cittadini.

“Esserci sempre” è il motto che racchiude l’impegno della Polizia di Stato.

“Esserci sempre”  con le donne, i giovani, i cittadini, la società intera.

“Esserci sempre” può diventare  il motto di tutti, perché tutti insieme possiamo farcela e realizzare i veri ed auspicati cambiamenti.


26/11/2019
(modificato il 29/11/2019)

13/08/2020 05:28:59