Questura di Catania

  • Piazza S. Nicolella n.8 - 95124 CATANIA ( Dove siamo)
  • telefono: 0957367111
  • email: gab.quest.ct@pecps.poliziadistato.it

Attività del Commissariato Librino anche in difesa degli animali

CONDIVIDI

Nella giornata di ieri, personale del Commissariato Librino ha effettuato controlli volti a contrastare il dilagante fenomeno del maltrattamento animali nel quartiere di Librino e dintorni.

Nello specifico, lo scorso 7 settembre, in via Zia Lisa, i poliziotti del Commissariato hanno effettuato un controllo presso un'autorimessa abusiva, al cui interno sono stati controllati 95 veicoli e, nel terreno di 4000 metri quadri in cui insiste detta attività, sono state rinvenute e sequestrate penalmente tonnellate di rifiuti speciali pericolosi; è stata accertata anche la presenza di numerosi cani detenuti in condizioni incompatibili con la loro natura tali da creargli gravi sofferenze.

A tal riguardo, detti animali, impegnati h 24 nella "vigilanza/guardia" di detto esercizio commerciale privo di autorizzazione, erano legati con delle catene spesso inadeguate, costretti a permanere tra i rifiuti speciali tipo pneumatici in disuso, materiale ferroso con versamento di oli e grassi esausti sul terreno e materiale di risulta; notata anche la presenza di sporcizia pregressa all'interno delle ciotole e dei contenitori per acqua e cibo, in molti casi vuoti.

Alla luce di quanto appurato, i 2 soggetti ritenuti responsabili di tale condotta, sono stati indagati in stato di libertà per i reati di gestione illegale di rifiuti speciali pericolosi e detenzione animali in condizioni incompatibili con la loro natura; nell'occorso, i poliziotti hanno diffidato gli indagati dal reiterare simili condotte e ripristinare lo stato di benessere dei cani.

Nella giornata di ieri, al fine di accertare lo stato di benessere di detti quadrupedi, i poliziotti, unitamente al personale del Dipartimento di Prevenzione Veterinaria dell'Asp, hanno ripetuto il controllo e, anche in detta circostanza, sono stati rinvenuti 9 cani detenuti in condizioni non compatibili con le loro caratteristiche della specie; infatti, erano incatenati in vari punti del terreno, tra i rifiuti tossici e, di fatto, nelle medesime condizioni riscontrate in occasione del primo controllo; i luoghi di detenzione di tutti i cani versavano in condizioni igienico sanitarie scadenti, tutti i cani tranne 2 (liberi in un box ampio e fatiscente) erano legati a catena lunga con ripari di fortuna non idonei. A seguito di ulteriori approfondimenti, è stato appurato che un cane aveva bisogno di cure mediche in quanto ferito; altri cani erano senza microchip, mentre altri erano intestati al Comune di Catania e/o altri soggetti ma, a fronte di ciò, si trovavano (mal detenuti) in detta autorimessa abusiva.

Attese le numerose criticità riscontrate e al fine di ripristinare in modo più incisivo il benessere degli animali, si è proceduto ad applicare il microchip ai cani, individuando quindi i rispettivi proprietari responsabili del loro benessere; dopodiché, con apposito verbale, sono state imposte prescrizioni e immediate misure volte a tutelarli. I proprietari e/o detentori degli animali dovranno provvedere, al fine di garantire il rispetto delle condizioni di benessere, alla realizzazione di idonei box per il ricovero dei cani, l'area interessata dovrà essere preventivamente e costantemente pulita; la stessa pulizia dovrà essere rivolta ai contenitori acqua e cibo; in relazione al cane ferito, verrà condotto presso un veterinario ai fini della definizione del protocollo diagnostico.

Alla luce dei fatti accertati, A. C. V. di anni 53, S. A. di anni 50 e A. A. di anni 55, sono stati indagati in stato di libertà per il reato previsto dall'art. 727 del codice penale che, tra l'altro, punisce chi detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura tali da creargli gravi sofferenze.


12/09/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

30/10/2020 12:17:08