Questura di Caserta

  • Piazza della Prefettura, 5 - 81100 CASERTA ( Dove siamo)
  • telefono: 0823429111 - Centralino
  • email: dipps120.00F0@pecps.poliziadistato.it

POLIZIA DI STATO ESEGUITE TRE O.C.C.C

CONDIVIDI

POLIZIA DI STATO ESEGUITE TRE O.C.C.C

POLIZIA DI STATO ESEGUITE TRE O.C.C.C Nelle prime ore della mattinata personale della Polizia di Stato, in Casal di Principe, Gricignano d'Aversa e Orta di Atella (CE), ha eseguito un'ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Napoli, nei confronti dei sottonotati soggetti: 1. BRANCACCIO Angelo, di anni 66, , Sindaco pro tempore di Orta di Atella, attualmente sospeso dall'incarico, per essere stato condannato in primo grado dal Tribunale di S.M.C.V. per il reato di peculato, alla pena di anni quattro e mesi sei di reclusione, con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici; 2. LETTIERI Andrea, di anni 55, residente in Gricignano di Aversa, già Sindaco dell'omonima cittadina; 3. ORSI Sergio, di anni 58, residente in Casal di Principe, pregiudicato, con numerosi pregiudizi penali per associazione di stampo mafioso, riciclaggio, intestazione fittizia dei beni, corruzione, gestione illecita dei rifiuti e truffa, fratello di ORSI Michele, ucciso il 1° giugno 2008 in Casal di Principe, in un agguato camorristico da un commando capeggiato dal famigerato killer dell'ala stragista dei "CASALESI", Giuseppe SETOLA. I sunnominati risultano gravemente indiziati, a vario titolo, per concorso esterno in associazione mafiosa, concorso continuato in corruzione e turbata libertà d'incanto pluriaggravati, per essersi avvalsi congiuntamente delle condizioni previste dall'art. 416 bis, nonché allo scopo di agevolare l'associazione camorristica "SCHIAVONE - BIDOGNETTI", Le attività d'indagine, condotte dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Aversa, risalenti al 2008 e perdurate fino al dicembre 2012, hanno disvelato, nell'ambito dei traffici delittuosi perseguiti dal cd. sodalizio camorristico dei "CASALESI", l'esistenza di sperimentate cointeressenze tra i fratelli ORSI Sergio e Michele, amministratori di fatto della FLORA AMBIENTE s.r.l. società capo-gruppo dell'A.T.I., nonché partner privato della società mista MULTISERVIZI s.p.a., con i suddetti amministratori locali pro tempore Brancaccio Angelo e Lettieri Antonio, consentendo ai medesimi, dietro il versamento di laute tangenti, di costituire la società mista a prevalente capitale pubblico "GRICIGNANO MULTISERVIZI s.p.a.", altrimenti denominata "G.M.C." e di affidare alla medesima, all'esito di gare d'appalto truccate, ovvero tramite affidamenti diretti, la gestione di molteplici servizi pubblici in quelle cittadine tra il 2004 e il 2007, tra cui la raccolta e il trasporto pubblico dei RR.SS.UU., i lavori di urbanizzazione primaria, la gestione del servizio di refezione scolastica, la gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione, degli edifici pubblici ed altro. Le attività investigative, sono consistite nel monitoraggio telefonico ed ambientale di diversi indagati dell'indicato procedimento, nonché nelle attività di riscontro delle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia. Non solo. Le indagini della Squadra Investigativa del Commissariato P.S. di Aversa, hanno inoltre rivelato l'esistenza di diversi conti correnti bancari, accesi dai fratelli Orsi Michele e Sergio presso Istituti di credito Svizzeri, ubicati in località Poschiavo, attraverso i quali sono transitate ingenti somme di euro, di cui una parte confluite nell'anno 2006 su di un conto corrente intestato a Brancaccio Angelo, acceso presso il medesimo istituto di credito. Infatti, ORSI Sergio aveva trasferito tra il mese di febbraio e di ottobre 2006, da un conto corrente a lui intestato, la somma complessiva di € 330.575, in favore del conto corrente acceso presso il medesimo istituto bancario ed intestato a Brancaccio Angelo, all'epoca sindaco di Orta di Atella. Un simile quadro indiziario, basato principalmente dalle attività tecniche, dalle dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia e da numerose attività di riscontro, tra cui perfino l'avvenuta introitazione di tangenti, ha richiesto giocoforza, per la gravità dei fatti riscontrati e per la indubbia capacità pervasiva degli indagati nel tessuto socio - istituzionale locale, l'emissione delle suddette misure custodiali. Le ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite con l'ausilio anche del Reparto Prevenzione Crimine Campania. I tre arrestati, condotti presso gli Uffici del Commissariato P.S. di Aversa, dopo le formalità di rito sono stati associati presso la Casa Circondariale di S. Maria C.V.
25/03/2015

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/05/2024 00:20:19