Questura di Brindisi

  • Via Perrino n.1 - 72100 BRINDISI ( Dove siamo)
  • telefono: 0831543111 centralino
  • email: dipps115.00F0@pecps.poliziadistato.it

APPLICATA A BRINDISI LA MISURA DI PREVENZIONE DELLA SORVEGLIANZA SPECIALE DI P.S. PER LA DURATA DI ANNI QUATTRO.

CONDIVIDI
MISURA DI PREVENZIONE

Il Tribunale di Lecce, condividendo gli elementi raccolti con approfondita istruttoria della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Brindisi, ha accolto la proposta formulata dal Questore Annino Gargano, attestando l’estrema pericolosità sociale di un soggetto contiguo alla criminalità organizzata e riconducibile alla frangia brindisina della Sacra Corona Unita.

In particolare, nel settembre scorso, la Squadra Mobile, a seguito di “indagini lampo” aveva arrestato il predetto insieme ad un’altra persona con l'accusa di tentata estorsione aggravata al fine di agevolare l'attività delle locali associazioni di tipo mafioso.

Gli stessi, recentemente condannati dal Tribunale di Lecce, avevano tentato di estorcere denaro e fatto pressioni sul giovane organizzatore della festa "Ave Maris Stella" al Casale che, ottenuta l’autorizzazione allo svolgimento dell’evento, aveva iniziato a contattare gli ambulanti per il posizionamento delle bancarelle. Uno dei condannati esigeva che la vittima si facesse da parte, ritenendo che la festa fosse "roba sua" e che gli venisse corrisposta da questi la somma di 10 mila euro.

La gravità delle minacce rivolte alla vittima aveva spinto gli inquirenti a contestare l'aggravante dell’art. 416 bis c.p. e, parallelamente, il Questore di Brindisi aveva avviato l’istruttoria per l’applicazione della misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di P.S. ai sensi del D.Lgs. 159/11.


06/03/2023

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/05/2024 17:32:17