Questura di Bolzano

  • Largo Giovanni Palatucci, 1 - Palatucci Platz, 1 - 39100 BOLZANO ( Dove siamo)
  • telefono: 0471.947.611
  • email: dipps117.00F0@pecps.poliziadistato.it

Furto sotto i Portici

CONDIVIDI
merce rubata

Poliziotto insegue in bici malvivente

Nel pomeriggio di ieri 26 aprile, personale della Squadra Volante ha arrestato per violenza, resistenza a P.U., rapina impropria e ricettazione, un cittadino marocchino di 28 anni e denunciato a piede libero altri 2 cittadini marocchini per furto e ricettazione.

Verso le ore 18.30, agenti della Squadra Volante erano stati inviati d'urgenza in un negozio sotto i Portici, in quanto era stato segnalato un furto in atto da parte di due persone, che, una volta sorpresi dal personale dipendente, si erano dati alla precipitosa fuga in direzione Piazza Municipio. Prontamente inseguiti da più pattuglie della Squadra Volante, sia in macchina che con l'uso di una bicicletta, chiesta in prestito ad una passante per poter inseguire più velocemente i malviventi, il primo ladro veniva bloccato in via A.Hofer, nell'intento di cercare rifugio, entrando nel portone di un condominio. Gli agenti riuscivano, nonostante l'attiva resistenza da parte dello straniero, a bloccarlo ed arrestarlo. Visto che il ragazzo fermato dichiarava di essere domiciliato presso l'abitazione di sua sorella, sita proprio in quella palazzina di via Hofer, gli agenti eseguivano una perquisizione locale, che dava esito positivo. Venivano infatti sequestrati numerosi capi d'abbigliamento con le etichette attaccate e sistemi di antitaccheggio forzati, confezioni di profumeria ancora imballate, cinture in pelle, varie paia di scarpe ancora confezionate e un tronchesino utilizzato per forzare i sistemi di antitaccheggio. Mentre era in atto la perquisizione locale, entrava nell'appartamento un cittadino marocchino, M.A., cognato dell'arrestato, che veniva subito riconosciuto come il secondo malvivente. Lo stesso era visibilmente sorpreso della presenza della Polizia all'interno dell'abitazione e appariva affannato, sudato e agitato.

I tre venivano accompagnati in Questura e, terminati gli atti di rito, lo straniero, era tradotto presso la Casa Circondariale di Bolzano, mentre gli altri due, marito e moglie, venivano denunciati a piede libero.

Infine, la merce rubata nel negozio sotto i Portici era restituita alla legittima proprietaria.


27/04/2010

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

05/03/2024 01:48:42