Questura di Biella

  • Via Sant`Eusebio 5/A - 13900 BIELLA ( Dove siamo)
  • telefono: Centr. 0153590411 Passaporti 599 Immigrazione 567
  • email: Uff. Gabinetto gab.quest.bi@pecps.poliziadistato.it Personale Questore questore.bi@poliziadistato.it

Arresto per banconote false

CONDIVIDI
Squadra Mobile Biella

Per la recrudescenza dei reati contro il patrimonio in genere nel periodo delle festività, venivano rafforzati i servizi di controllo del territorio, svolto in stretta sinergia fra le volanti dell’U.P.G.S.P. e le pattuglie “civetta” della Squadra Mobile

Nel corso di tali servizi nelle prime ore della mattinata del 10.01. u.s., veniva individuata un auto noleggiata nella provincia di Napoli, sulla quale viaggiavano due giovani che venivano ritenuti sospetti.

 

Le pattuglie della Squadra Mobile iniziavano così un pedinamento discreto dell’auto, al fine di capire il motivo della loro presenza a Biella.

 

Il pedinamento, che si protraeva per diverse ore, inizialmente pareva non portare a nulla di concreto, poiché l’auto si aggirava per le vie della città apparentemente senza una meta precisa.

 

Gli investigatori però, fiutando che c’era qualcosa di strano nella loro presenza a Biella, continuavano il pedinamento, analizzando via via le soste che la stessa effettuava, atteso che la vettura si fermava dinanzi ad alcuni esercizi commerciali fra cui diverse farmacie.

 

In particolare era sempre il più giovane a scendere dal mezzo mentre l’altro restava in attesa, con motore acceso, parcheggiandosi in maniera defilata.

 

Il comportamento dei giovani, unito alla particolare modalità di “avvicinamento” agli esercizi commerciali, convinceva gli investigatori che i due giovani si trovassero in questa provincia per compiere degli illeciti.

 

Per tale motivo nel momento in cui l’auto pedinata si stava allontanando da Biella, dirigendosi  verso la superstrada Biella Cossato; veniva attuato il dispositivo per il controllo dell’auto, materialmente bloccata a Mottalciata.

Già dal controllo documentale emergevano precedenti di polizia a carico dei due giovani: C. G. 29 di anni e G.G. di 23 anni, entrambi domiciliati nel cosentino, il primo dei quali risultava già denunciato per spendita di banconote false.

 

Gli agenti della Squadra Mobile in ragione delle risultanze degli accertamenti svolti, per le vaghe motivazioni addotte circa la loro presenza a Biella, eseguivano la perquisizione che permetteva di rinvenire nr. 7 banconote da 100 euro ritenute false.

Le banconote rinvenute venivano fatte analizzare dagli agenti della Polizia Scientifica, specializzati nel falso documentale, i quali certificavano che le stesse erano effettivamente contraffate.

Gli agenti della Squadra Mobile ripercorrevano quindi il tragitto fatto  dai giovani, prendendo contatti con i titolari degli esercizi  presso i quali gli stessi si erano recati, scoprendo di averci visto giusto.

Infatti venivano accertati due acquisti presso una farmacia e una parafarmacia in città, ove avevano acquistato  farmaci per un importo minimo, pagando con due banconote contraffatte.

Così facendo i malviventi ottenevano discrete somme di danaro genuino come resto dell’acquisto fatto: per tale motivo venivano tratti in arresto per il reato di spendita di banconote contraffatte e truffa.

Anche le banconote spese nei due esercizi biellesi sono state recuperate e sequestrate.

 

Sull’auto degli arrestati venivano rinvenuti numerosi prodotti farmaceutici, video giochi e abbigliamento, verosimilmente  acquistati in altre province utilizzando altre banconote contraffatte


14/01/2017
(modificato il 23/01/2017)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

09/08/2020 10:58:18