Questura di Bergamo

  • Via Noli n.26 - 24100 BERGAMO ( Dove siamo)
  • telefono: 035276111
  • fax: 035276777
  • email: dipps111.00f0@pecps.poliziadistato.it

Proroga dei permessi di soggiorno per protezione temporanea per le persone provenienti dall'Ucraina

CONDIVIDI

A seguito della pubblicazione della L.30 dicembre n.213, i permessi di soggiorno rilasciati ai beneficiari di protezione temporanea in scadenza al 31 dicembre 2023, conservano la loro validità fino al 31 dicembre 2024.

  • Pertanto i cittadini ucraini già in possesso del permesso di soggiorno con scadenza 4 marzo 2023 o 31 dicembre 2023, non devono richiedere il rinnovo del titolo di soggiorno in quanto la scadenza è stata prorogata dalla legge;
  • I cittadini ucraini in possesso di una ricevuta, a seguito di presentazione di istanza per protezione temporanea presso questo Ufficio ed ancora in attesa di rilascio del permesso di soggiorno, potranno presentarsi per il ritiro dopo aver ricevuto la comunicazione tramite SMS che il permesso risulta in consegna o verificare lo stato della pratica sul portale https://questure.poliziadistato.it/stranieri/
  • I cittadini ucraini già in possesso di permesso per protezione temporanea possono chiedere la conversione tramite compilazione del KIT postale presso gli Uffici Postali abilitati al servizio “Sportello Amico” a seguito della previsione normativa contenuta nella L. 30 dicembre n.213;
  • Per i cittadini ucraini che devono richiedere il primo rilascio del permesso di soggiorno per protezione temporanea è possibile richiedere un appuntamento presso l’Ufficio Immigrazione della Questura, inviando il modulo, reperibile sulla home page della Questura di Bergamo sezione dedicata, all’indirizzo dipps111.00p0@pecps.poliziadistato.it

E’ necessario allegare copia del passaporto e la dichiarazione di ospitalità.

Per l’iscrizione dei figli è necessario preparare la documentazione da produrre il giorno della convocazione in Questura, ovvero uno dei seguenti documenti:

  • Passaporto del genitore contenente l’iscrizione del figlio, da richiedere eventualmente anche presso il Consolato Generale d’Ucraina di Milano;
  • certificato di nascita accompagnato da una traduzione giurata in lingua italiana asseverata presso il Tribunale  ovvero certificato consolare attestante la relazione di parentela tra genitore e figlio.

La dichiarazione di ospitalità reperibile presso home page della Questura, va inviata  entro le 48 ore dall’arrivo, con le seguenti modalità:

  • Se il cittadino ucraino viene ospitato nel comune di Bergamo la dichiarazione andrà inoltrata all’indirizzo dipps111.00p0@pecps.poliziadistato.it
  • Se ospitato nel Comune di Treviglio la dichiarazione andrà inoltrata al Commissariato di P.S. di Treviglio;
  • Se ospitato in altri Comuni della provincia, l'Autorità locale di P. S. competente è il Sindaco e le dichiarazioni di ospitalità andranno inviate al Comune dove è ubicata l'abitazione che ospita lo straniero.

06/03/2023
(modificato il 12/01/2024)

27/02/2024 11:28:42