Questura di Belluno

  • Via Volontari della Libertà n.13 - 32100 BELLUNO ( Dove siamo)
  • telefono: 0437945511
  • fax: 0437945777
  • email: questore.bl@poliziadistato.it
  • facebook

Fuga dalla caserma - Raggiunto e denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale

CONDIVIDI
foto
Si è concluso con due denunce in stato di libertà ad un soggetto, italiano, di origine bulgara, durante un particolare intervento effettuato da un equipaggio della Squadra Volante della Questura, quest’ultima sezione particolarmente impegnata tra gennaio e febbraio in varie attività che vanno dalla prevenzione dei reati in genere ad interventi di soccorso pubblico. 
È la notte del 15 febbraio scorso quando un equipaggio del turno notturno, verso le ore 02.30 transitando in via Segato notava un’autovettura, Fiat Grande Punto, il cui conducente teneva una guida alquanto incerta, alternando accelerazioni con rallentamenti improvvisi. La pattuglia dopo aver intimato l’alt, con i sistemi di illuminazione visiva – luci blu - procedeva ad un primo controllo, che avveniva nei pressi del Tribunale di Belluno, all’altezza dell’impianto semaforico. Gli agenti notavano subito che chi guidava, un uomo di anni 23, D.P.N.P., aveva abusato nell’assunzione di sostanze alcoliche, pertanto lo sottoponevano ad un primo accertamento, mediante l’AlcoBlow (l’etilometro senza “bocca” – precursore giallo – che permette di avere una prima indicazione se vi è presenza di alcool nel respiro) che risultava con luce “rossa” e conseguentemente con esito positivo. Per tale ragione gli operatori, in ottemperanza alla normativa vigente, lo accompagnavano presso la Sezione di Polizia Stradale per la prova dell’etilometro, non senza una certa difficoltà in quanto il soggetto assumeva un comportamento ostile, che dava tregua solo quando realizzava che, perdurando un eventuale atteggiamento di reticenza, sarebbe stato indagato per il rifiuto a sottoporsi alle prove. Giunti, alla poco distante, caserma “Virgilio Raniero”, sita in via Col di Lana, veniva reso edotto di tutte le facoltà di Legge e lo stesso tergiversa ancora per varie volte prima di voler sottoporsi alle prove (probabilmente per il fatto di essere già stato sanzionato per guida con i valori del tasso alcolemico fuori dalla norma nell’autunno scorso e conseguentemente sanzionato al pagamento di una contravvenzione di € 544,00, alla decurtazione di punti 10 dalla patente di guida ed ad una sospensione della patente, quest’ultima riconsegnata circa un mese fa, dopo 3 mesi di stop). Ad un certo momento la persona chiedeva di poter usufruire dei servizi igienici e non appena entrato in detti locali, simulando una minzione, repentinamente apriva la finestra e saltava, dopo essersi esposto dal davanzale, per quasi due metri di altezza e dileguandosi dall’uscita dello stabile in direzione centro città. Uno dei due operatori, che si trovava più vicino all’uscita, lo rincorreva, raggiungendolo dopo circa 250 metri nei pressi del distributore “Esso”; qui l’individuo veniva “fermato”, non prima dei suoi ultimi atteggiamenti “forzati” nel voler eludere gli accertamenti dell’attività in atto. Gli agenti poi riaccompagnavano il soggetto in caserma rendendolo edotto che sarebbe stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e ora rischia, una condanna da 6 mesi a 5 anni di reclusione. Presso gli uffici della Polizia Stradale, a questo punto il soggetto si sottoponeva all’esame alcolimetrico che risultava positivo e con valori nella tabella B quindi con la denuncia per l’illecito di cui all’art. 186 del cds, in quanto entrambe risultavano con un tasso alcolemico superiore a 0,8 G/L e con l’aggravante di averlo commesso in ore notturne (fascia 22 – 07). La patente di guida veniva nuovamente ritirata per una sospensione da 6 mesi ad 1 anno (con un’altra decurtazione di punti 10) e una sanzione penale da € 800 ad € 3.200 e l’arresto fino a 6 mesi. 

22/02/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

25/05/2020 00:07:44