Questura di Barletta Andria Trani

  • Via della Indipendenza, 4 - 76123 ANDRIA ( Dove siamo)
  • telefono: 08831847111
  • email: Consultare "orari e uffici"

ALLOGGIATI WEB

CONDIVIDI
Alloggiati Web

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALLOGGIATI WEB (Art. 109 TULPS)

I gestori di esercizi alberghieri e di altre strutture ricettive, comprese quelle che forniscono alloggio in tende, roulotte, nonché' i proprietari o gestori di case e di appartamenti per vacanze e gli affittacamere, ivi compresi i gestori di strutture di accoglienza non convenzionali (bed &breakfast, ostelli, alloggi turistico rurali, residence, case di riposo o case di salute), ad eccezione dei rifugi alpini inclusi in apposito elenco istituito dalla regione o dalla provincia autonoma, possono dare alloggio esclusivamente a persone munite della carta d’identità o di altro documento idoneo ad attestarne l’identità (anche se minori) secondo le norme vigenti. Rientrano nelle suddette disposizioni anche i locatori e sublocatori che locano immobili o parti di essi con contratti di durata inferiore ai 30 giorni (art. 19-bis legge n.132 del 1° dicembre 2018), così pure le Agenzie immobiliari che gestiscono affitti di appartamenti privati a fini turistici per periodi inferiori ai 30gg. possono registrarsi ed effettuare le comunicazioni per conto dei locatori.   Per gli stranieri extracomunitari è sufficiente l'esibizione del passaporto o di altro documento che sia considerato ad esso equivalente in forza di accordi internazionali, purché' munito della fotografia del titolare.

 Tutte le tipologie di gestori summenzionati hanno l’obbligo di comunicare alle questure territorialmente competenti, avvalendosi di mezzi informatici o telematici, le generalità' delle persone alloggiate. La comunicazione deve avvenire entro le ventiquattro ore successive all'arrivo, e comunque entro le sei ore dall’arrivo o immediatamente nel caso di soggiorni non superiori alle ventiquattro ore.

La violazione dell’obbligo di comunicazione è sanzionata penalmente in base alla disposizione dell’art. 17 del T.U.L.P.S. (cliccare qui) ed è punita con la pena dell’arresto fino a tre mesi con l’ammenda fino a €206,00.  

SERVIZIO ALLOGGIATI WEB

Le modifiche apportate all’art.109 TULPS dal D.L. 06.12.2011 e dal Decreto del Ministero dell’Interno del 7 gennaio 2013 (G.U. n.14 del 17 gennaio 2013), hanno disposto l’obbligo, a cura di tutti i gestori delle strutture ricettive, a trasmettere esclusivamente con mezzi informatici/telematici, avvalendosi di un apposito sistema, denominato ALLOGGIATI WEB, raggiungibile attraverso una qualsiasi connessione internet, da pc, tablet o smartphone.

Per richiedere l’accreditamento al sistema Alloggiati web, mediante rilascio di credenziali, vi sono due modalità:

  1. La richiesta di attivazione, corredata di tutta la documentazione necessaria alla tipologia della struttura, va inoltrata all’indirizzo Pec (Posta Elettronica Certificata) esclusivamente in formato PDF (file unico) dell'ufficio di Polizia del luogo ove è situato l’immobile, secondo le indicazioni presenti sul sito.  Successivamente le credenziali verranno inviate all’indirizzo e-mail fornite dal richiedente (cliccare qui)

Oppure:

  1. Presentazione della richiesta di abilitazione con tutta la documentazione richiesta, previo appuntamento, presso l’Ufficio di Polizia del luogo ove è situato l’immobile, secondo le indicazioni presenti sul sito, quindi il successivo rilascio delle credenziali d’accesso e breve illustrazione della procedura d’inserimento dati.

N.B. La richiesta di accreditamento a questo sistema informatico potrà essere presentato dal titolare, dal gestore o dal legale rappresentante o da un suo delegato

 

Per l’ottenimento delle credenziali è fondamentale che il richiedente sia in possesso dei requisiti previsti dall’Art. 11 del T.U.L.P.S. (cliccare qui).

 

Le richieste non debitamente compilate o mancanti degli allegati non potranno essere trattate.

I richiedenti dovranno attendere la ricezione via mail delle credenziali di accesso. Nell'attesa di tali credenziali, i nominativi degli ospiti potranno essere comunicati inviando il "Modulo di comunicazione Sostitutiva (cliccare qui) all'indirizzo dipps19g.00n0@pecps.poliziadistato.it.

Al primo accesso al portale, il titolare o il gestore della struttura ricettiva/alberghiera o dell'Agenzia, collegandosi al sito https://alloggiatiweb.poliziadistato.it> "Accedi al Servizio", dovrà accreditarsi utilizzando "Nome Utente" (login) e "Password" nonché i Codici di Accesso rilasciati dall'Ufficio di Polizia presso il quale ha inoltrato la richiesta.

Quindi, il titolare o il gestore della struttura potrà inviare le schedine alloggiati accedendo al sito https://alloggiatiweb.poliziadistato.it> "Accedi al Servizio" > "Area di Lavoro".

Coloro che hanno già un certificato digitale ancora in corso di validità possono continuare a trasmettere i dati delle persone alloggiate con tale modalità fino alla scadenza del certificato.

Attenzione: prima della scadenza del certificato digitale il gestore deve effettuare autonomamente il passaggio all’accesso con i codici. 

Infatti coloro che hanno il certificato digitale scaduto dovranno necessariamente rivolgersi ai competenti Uffici di Polizia, ripresentando l’istanza, per ottenere i nuovi codici di accesso al portale. Ulteriori informazioni sul servizio e le F.A.Q. possono essere consultate accedendo all’area SUPPORTO TECNICO del    portale  https://alloggiatiweb.poliziadistato.it.  Ulteriori FAQ sono pubblicate su questo sito (cliccare qui).

La Comunicazione Sostitutiva può essere utilizzata anche in caso di problemi tecnici legati al portale stesso.

Prima di procedere all’invio con tale modalità, è bene tenere presente che:

- le problematiche relative alla funzionalità di un computer in uso alla struttura ricettiva possono essere risolte utilizzando un altro dispositivo (tablet, smartphone ecc.).

- le problematiche tecniche generate dai vari gestionali utilizzati (errore nel caricamento del file .TXT) devono essere obbligatoriamente superate utilizzando la funzionalità invio on-line che permette di inserire manualmente i dati degli ospiti direttamente nel portale.

- Le eventuali sospensioni di servizio, necessarie all’aggiornamento del sistema, comunicate con congruo anticipo nell’area “RSS News Alloggiati”, presente nella pagina iniziale del Portale Alloggiati, hanno generalmente una durata non superiore alle 4 ore. L'utente potrà utilizzare il Portale Alloggiati appena lo stesso riprenderà a funzionare correttamente.

Non saranno giustificate comunicazioni con motivazione "PROBLEMI TECNICI" effettuate oltre le 24 ore dall’arrivo dell’ospite (o entro le 6 ore in caso di soggiorni inferiori alle 24 ore).

Eventuali problemi tecnici personali, comunque, dovranno essere risolti nel minor tempo possibile, attraverso le indicazioni fornite da questa pagina, con l’ausilio dei manuali presenti sul portale stesso (cliccare qui)  o con la consulenza di un tecnico informatico.

Si precisa che non è consentita la comunicazione dei nominativi via mail attraverso l’utilizzo di file .TXT, JPEG (fotografie di documenti identificativi), .HTML o qualsiasi altro formato non contenete quanto previsto dall’allegato tecnico del Decreto del Ministero dell’Interno del 07 Gennaio 2013 (cliccare qui).

 

I gestori delle strutture, una volta accreditati, potranno svolgere in autonomia le operazioni di cambio password. Per il reset utilizzare l'apposita richiesta da inviare presso gli uffici di Polizia competente per territorio (cliccare qui).

Per la corretta compilazione delle schede alloggiati è possibile consultare il "manuale utente" (cliccare qui).

 

DOCUMENTI DA ALLEGARE

Per l’alloggio uso turistico

 

  • Carta d'Identità 
  • Codice Fiscale
  • Visura catastale per immobile
  • C.I.S. (codice identificativo struttura) – rilasciato dalla Regione Puglia accreditandosi sul sito istituzionale

N.B.

  • Nell’eventualità l’immobile fosse cointestato la richiesta deve contenere i dati e i documenti di entrambi i proprietari.
  • Se la richiesta è formulata dall’affittuario o comproprietario occorre allegare il contratto di locazione, dove è precisato necessariamente la facoltà di sublocare (in caso contrario occorre una dichiarazione scritta del proprietario dell’immobile che autorizzi tale attività, allegando, altresì documento di identità e codice fiscale dello stesso).

 

Per le gestioni di alloggio a uso turistico (per ogni singola unità abitativa)

  • Carta d’Identità richiedente
  • Codice Fiscale
  • Visura catastale immobile
  • Documento di Identità del proprietario
  • Contratto/Mandato/Delega alla gestione della struttura sottoscritta dal proprietario dell’immobile
  • Visura camerale dell’Agenzia/Società/Impresa
  • C.I.S. (codice identificativo struttura) per ogni immobile – rilasciato dalla Regione Puglia accreditandosi sul sito istituzionale

 

N.B.

  • Tale modello va compilato solo nel caso in cui un privato o un Agenzia gestisce più appartamenti
  • Solo per chi è già in possesso di un’utenza per “gestione appartamenti”, nell’eventualità si inizi la gestione di altre strutture oltre a quelle già comunicate, dovrà dare notizia inserendo “inserimento altra struttura”, seguito dal nome dell’agenzia o del privato riportati nel primo modulo di richiesta, allegando copia dell’autorizzazione all’esercizio o della delega alla comunicazione di inizio attività con documento di identità del proprietario
  • Il titolare delle credenziali alimenterà autonomamente la lista delle strutture gestite

 

Per le Strutture Ricettive (Albergo – Hotel – Bed & Breakfast – Pensioni/Locande – Affittacamere – Residence – Campeggi – Case di Cura – Residenze di Assistenza Sanitaria – Ostelli- etc.)

 

  • Carta d’Identità
  • Codice Fiscale
  • Copia dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività (D.I.A./S.C.I.A) completa del timbro di protocollo del comune se consegnata a mano o della ricevuta di avvenuta presentazione se trasmessa telematicamente
  • C.I.S (codice identificativo struttura) – rilasciato dalla Regione Puglia accreditandosi sul sito istituzionale

 

SI PRECISA CHE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DEVE ESSERE INVIATA OBBLIGATORIAMENTE IN FORMATO PDF (non si accettano richieste inviate in altri formati o winzip)

 

 

CHIUSURA ATTIVITA’

 

 In caso di chiusura o di cambio gestione/destinazione della struttura, il titolare della credenziali dovrà richiedere la disattivazione dell’utenza attraverso l’invio all’indirizzo del modulo RICHIESTA DISATTIVAZIONE CREDENZIALI (cliccare qui), allegando in formato PDF copia della carta d’identità, allegando sempre la S.C.I.A. di cessazione per chi è soggetto al rilascio della stessa da parte del S.U.A.P.

 

 

DOVE INOLTRARE LE RICHIESTE CREDENZIALI

 

La richiesta con la documentazione allegata, IN UNICO FILE FORMATO PDF, deve essere inoltrata all’indirizzo pec dell’Ufficio di Polizia individuato IN BASE AL LUOGO DELLA STRUTTURA, come di seguito.

 

  1. ALLA QUESTURA DI BARLETTA ANDRIA TRANI invieranno la documentazione le strutture dei comuni di ANDRIA - MINERVINO MURGE -SPINAZZOLA (pec: dipps19g.00n0@pecps.poliziadistato.it)
  2. AL COMMISSARIATO DI BARLETTA invieranno la documentazione le strutture dei comuni di BARLETTA – MARGHERITA DI SAVOIA – TRINITAPOLI (pec: dipps19g.5100@pecps.poliziadistato.it)  
  3. AL COMMISSARIATO DI TRANI invieranno la documentazione le strutture dei comuni di TRANI – BISCEGLIE (pec: dipps19g.5300@pecps.poliziadistato.it)
  4. AL COMMISSARIATO DI CANOSA DI PUGLIA invieranno la documentazione le strutture dei comuni di CANOSA DI PUGLIA - SAN FERDINANDO DI PUGLIA (pec: dipps19g.5200@pecps.poliziadistato.it)

21/12/2023
(modificato il 22/04/2024)

20/07/2024 04:52:36