Questura di Bari

  • Via G. Palatucci Nr. 4 - 70100 BARI ( Dove siamo)
  • telefono: 0805291111
  • fax: 0805291154
  • email: urp.quest.ba@pecps.poliziadistato.it

Bari: commemorazione dell’Appuntato del disciolto Corpo delle Guardie di P.S. Giuseppe Filippo

CONDIVIDI
Giuseppe Filippo

Il poliziotto fu barbaramente assassinato il 28 Novembre 1980 mentre rincasava, in uniforme, al termine del servizio

Ricorre oggi il 40° anniversario dell’omicidio dell’Appuntato del disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza Giuseppe FILIPPO, medaglia d’oro al merito civile, avvenuto per mano di un commando di terroristi di “Prima Linea”.

Per l’occasione, alla presenza del Sindaco DE CARO, del Prefetto di Bari, d.ssa BELLOMO, del Sig. Questore di Bari, dr. Giuseppe Bisogno, e dei figli del caduto, nell’ambito di una sobria e riservata cerimonia, è stata deposta una corona di fiori dinnanzi alla targa commemorativa del militare assassinato, posta all’interno della Questura.

Giuseppe FILIPPO era entrato nel disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza nel 1953 e, dopo aver frequentato la Scuola Allievi delle Guardie di Pubblica Sicurezza, a Roma, aveva prestato servizio presso i Reparti e le Scuole di Catania, Genova e Caserta, per poi giungere nel capoluogo pugliese dove aveva prestato servizio presso la Questura di Bari.

Il 28 Novembre 1980, mentre rincasava, in uniforme, al termine del servizio, nell’androne dello stabile dove risiedeva con la sua famiglia, Filippo veniva affrontato da alcuni individui travisati che tentavano di sottrargli la pistola d’ordinanza. Il poliziotto, nel tentativo estremo di difendere la propria arma, reagiva a quei malviventi, ingaggiando una colluttazione. I terroristi, allora, esplodevano due colpi di pistola, gli sottraevano l’arma e si davano alla fuga a bordo di un’autovettura risultata poi rubata. Il poliziotto, prontamente soccorso, decedeva subito dopo al Policlinico di Bari.

Al termine delle attività investigative, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, condividendo quanto accertato dall’Antiterrorismo e dalla Digos, emetteva il 19 gennaio 1982 un ordine di cattura nei confronti di 43 persone, ritenute responsabili di costituzione e partecipazione a banda armata denominata “Prima Linea”, nonché per alcuni di essi di omicidio pluriaggravato e rapina.

Per l’omicidio furono condannati in via definitiva tre militanti di “Prima Linea”.


28/11/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/02/2021 08:07:38