Questura di Asti

  • Corso XXV Aprile n.19 - 14100 ASTI ( Dove siamo)
  • telefono: 0141418111

PARZIALE RIAPERTURA AL PUBBLICO DELLA DIVISIONE POLIZIA AMMINISTRATIVA E DELL’UFFICIO IMMIGRAZIONE DELLA QUESTURA DI ASTI

CONDIVIDI
ufficio immigrazione

Con l’allentamento delle misure di contenimento, a seguito dell’entrata in vigore del decreto legge 16 maggio 2020 nr. 33 e del D.P.C.M. datato 17 maggio 2020, la Polizia di Stato – Questura di Asti ha avviato la procedura per la graduale riapertura al pubblico degli Uffici della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale e dell’Ufficio Immigrazione.

Da mercoledì 20 maggio 2020 sarà infatti possibile per gli utenti accedere nuovamente agli sportelli esclusivamente:

 

- per il RITIRO dei passaporti;

- per il RITIRO dei permessi di soggiorno.

 

 

L’accesso potrà avvenire osservando i seguenti orari:

 

 

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Divisione P.A.S.I.

8.30/12.30

15.30/17.30

8.30/12.30

15.30/17.30

15.30/17.30

Ufficio Immigrazione

15.30/17.30

9.00/12.30

15.30/17.30

9.00/12.30

9.00/12.30

 

 

 

Andrà necessariamente osservata la seguente procedura:

 

1 - l’utente dovrà prenotare precedentemente via telefono o via mail il giorno e l’orario preciso di accesso;

2 - già munito di protezioni delle vie respiratorie, l’utente potrà accedere allo sportello richiesto nel giorno e nell’orario prescelto, stazionando in prossimità dei segni tracciati sul pavimento;

3 – non saranno consentiti assembramenti all’esterno della Questura e l’utente dovrà mantenere sempre la distanza interpersonale di almeno un metro con gli operatori o eventuali altri utenti. Circostanza che è agevolata dallo stretto rispetto degli orari di appuntamento.

 

 

Si rammenta che a mente delle vigenti disposizioni:

i soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante;

è fatto divieto di mobilita' dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell'autorita' sanitaria in quanto risultate positive al virus COVID-19, fino all'accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata;

è vietato l'assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico;

è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilita' ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessita';

ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, e' fatto obbligo sull'intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonche' i soggetti con forme di disabilita' non compatibili con l'uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti. A tal fine, possono essere utilizzate mascherine di comunita', ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilita', forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. L'utilizzo delle mascherine di comunita' si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l'igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie.


18/05/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

26/10/2021 01:06:16