Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • email: dipps107.00F0@pecps.poliziadistato.it

attività di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato

CONDIVIDI

Di seguito si riportano gli interventi di particolare rilievo dell’attività relativa al controllo Territorio svolta dalla Polizia di Stato nella città...

Di seguito si riportano gli interventi di particolare rilievo dell'attività relativa al controllo Territorio svolta dalla Polizia di Stato nella città di Arezzo nelle ultime 48 ore da parte della sez. Volanti, appartenenti all'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo. Nella tarda serata di ieri domenica 4 maggio le Volanti della questura di Arezzo hanno arrestato b.a..m.a, tunisino del 1992 , per rapina ai danni di un cittadino marocchino. Durante l'attività di controllo del territorio e di tutela della cittadinanza, durante l'attività di osservazione e pattugliamento nella zona di via Vittorio Veneto, oggetto di particolare attenzione da parte delle Volanti della Polizia di Stato, un equipaggio ha notato una situazione di pericolo che era in atto in piazza Saione. L'equipaggio è subito intervenuto quindi nei pressi del Bar Europa, ove tre uomini stavano gridando subito dopo aver litigato: ed uno di essi era copiosamente sanguinante sulla fronte, un altro tentava di allontanarsi alla vista degli agenti. Rapido l'intervento della polizia che ha impedito che il reato provocasse ulteriori fonti di pericolo e di minaccia alla pubblica incolumità, in tempi brevi, è stato ricostruita la vicenda: un cittadino marocchino, mentre si trovava all'interno del "Bar Europa", era stato avvicinato da un tunisino il quale gli aveva chiesto di seguirlo all'esterno per parlare. All'esterno, percorsi pochi metri, l'uomo gli aveva spruzzato sugli occhi uno spray urticante ed, approfittando della conseguente diminuzione della vista, lo aveva colpito ripetutamente con dei pugni, per poi infrangergli una bottiglia sul capo, provocando la caduta del malcapiotato. L'aggressore aveva continuato ad accanirsi contro la vittima rubandogli dalla tasca denaro contante ed un telefono cellulare. Sul posto sopraggiungeva immediatamente un'altra volante in ausilio e gli uomini della Polizia Scientifica per i rilievi tecnici. Gli agenti della Volante hanno quindi tratto in arresto il b.a.m.a., pluripregiudicato e irregolare sul territorio nazionale; peraltro, questi all' atto dell'accompagnamento nella vettura di servizio ha reagito scagliando pugni contro il vetro della Volante, agitandosi con violenza all'interno dell'abitacolo, ove peraltro vomitava imbrattando l'interno della vettura. L' arrestato, su disposizione del pubblico ministero, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Arezzo, a disposizione dell'A.G. Sanzionato per ubriachezza molesta ex art. 688 c.p. il terzo degli uomini trovati sul posto, marocchino anch'egli. Sequestrati lo spray al peperoncino e la bottiglia di vetro usata nell'aggressione. Denunciate, inoltre, due persone, in due distinti episodi avvenuti nelle ultime 48 ore, per porto in luogo pubblico di oggetti atti ad offendere: sabato sera presso la stazione Ferroviaria un equipaggio della sez. Volante, in ausilio ad una gazzella dell'arma dei Carabinieri per la segnalazione al 113 di un uomo in possesso di un coltello. L'uomo, grazie all'indicazione di alcuni testimoni, è stato individuato e raggiunto dagli agenti. F.M., italiano, senza fissa dimora, è stato accompagnato in Ufficio e deferito in stato di libertà per il reato di cui all'Art. 4 Legge 110 del 1975. Le condizioni di salute dell'uomo, in forte stato di alterazione psicofisica, probabilmente dovute all'assunzione di stupefacenti, hanno determinato l Intervento del 118. L'uomo è stato condotto presso l'ospedale San Donato per le cure del caso. Nelle prime ore dell'alba di domenica, Su segnalazione al 113 le volanti hanno intercettato in via Arno un individuo che percorreva la via con un'accetta. bloccato dalla Volante, l'uomo è stato accompagnato presso gli uffici della Questura: l'autore del reato, identificato per, C.L., aretino del 1973, è stato quindi denunciato per porto in luogo pubblico di oggetti atti ad offendere. L'ascia è stata sequestrata dalla Polizia.
05/05/2014

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

12/06/2024 20:22:34