Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

Contrasto al narcotraffico – Droga ed ovulatori ad Arezzo.

CONDIVIDI

Prosegue l’attività di contrasto al traffico di stupefacenti della Sezione “Narcotici” della Squadra Mobile...

Prosegue l'attività di contrasto al traffico di stupefacenti della Sezione "Narcotici" della Squadra Mobile. In un servizio finalizzato al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, gli uomini della 4a Sezione hanno arrestato A.H., alias A. El H., alias B.L., alias A. El H. B. M., alias H. A., alias EL H. A., alias EL H. B. M. A. un tunisino del 1969, senza fissa dimora, irregolare, con precedenti per lesioni, oltraggio, resistenza e violenza a p.u., violazioni delle norme relative al soggiorno, traffico di sostanze stupefacenti. Il tunisino, era immediatamente apparso sospetto agli operatori della Squadra Mobile che lo hanno avvicinato e controllato nei pressi della stazione ferroviaria di questo capoluogo. Tuttavia, a seguito della prima perquisizione personale cui è stato sottoposto, era risultato in regola, ma l'intuizione investigativa e l'esperienza degli operatori ha portato a sospettare che l'A.H. avesse nascosto l'eroina nel proprio retto, tentando così di eludere il controllo. Condotto presso il locale presidio ospedaliero per essere sottoposto ad un controllo approfondito, al momento di accomodarsi sul lettino del pronto soccorso, l'A.H. vistosi socperto ha reagito ed aggredito gli agenti che assistevano il personale sanitario. Sopraffatto dal personale operante, nel disperato tentativo di evitare ogni controllo, fingendo di essersi calmato, dopo essere stato ammanettato, si è improvvisamente lanciato sbattendo volontariamente il capo con violenza contro uno spigolo della sala dell'ospedale, procurandosi una profonda ed estesa lesione. Soccorso e suturato è stato successivamente sottoposto al controllo radiografico che ha evidenziato la presenza di un ovulo occultato in profondità nel retto contenente 32,32 grammi di eroina pressata. L'attività degli ovulatori, che confezionano dosi relativamente piccole di stupefacente in ovuli di plastica per poi ingerirle o introdurle nel proprio intestino retto e trasportarle in maniera occulta, sta pericolosamente tornando in uso anche in questo territorio. L'arresto in flagranza di A.H., ristretto presso la locale Casa Circondariale, è stato convalidato questa mattina dal Giudice per le Indagini Preliminari.
28/02/2014

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/11/2020 19:06:22