Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • email: dipps107.00F0@pecps.poliziadistato.it

’attività di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato

CONDIVIDI

L’attività di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato della città di Arezzo nelle ultime 48 ore.

Nell'ambito dell'attività svolta dalla Polizia di Stato in tema di prevenzione e contrasto ai reati predatori, nella tarda serata di sabato 8 febbraio, gli uomini della sezione "volanti" della Questura di Arezzo hanno denunciato C.F., aretino del 1954, pregiudicato per il reato di ricettazione di un automezzo agricolo.
Nei giorni precedenti, l'uomo era stato fermato per un controllo a bordo del suo veicolo commerciale: gli agenti, insospettiti, avevano verificato il contenuto della stiva del furgone: all'interno vi era la motozappa, di cui l'uomo sosteneva esserne il proprietario. Il giorno seguente il vero proprietario ha allertato la Polizia per il furto di un automezzo nel proprio fondo: gli agenti, nel sopralluogo effettuato sul terreno hanno rinvenuto delle parti di un furgone, che in seguito risulteranno combaciare perfettamente con quelle del veicolo del C.F.: gli operatori si sono messi sulle tracce dell'uomo, che è stato rintracciato nella serata di sabato:a suo carico è scattata la denuncia per ricettazione.

Nel primo pomeriggio di sabato 8 febbraio gli agenti della Sez. Volanti della Questura di Arezzo hanno dato esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di P.G., trentenne aretino, già arrestato dagli uomini dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico il mese scorso e sottoposto agli arresti domiciliari. Durante il servizio di controllo del territorio della città, un equipaggio delle Volanti della Questura di Arezzo aveva rintracciato il P.G. fuori dal suo domicilio, peraltro in atteggiamento sospetto nei pressi di una stazione carburante. L'uomo era stato quindi segnalato all'autorità giudiziaria come inadempiente all'ordinanza del giudice.
Il giudice, pertanto, ha prontamente disposto l'aggravio della misura cautelare, convertendo gli arresti domiciliari in custodia in carcere: l'ordinanza è stata eseguita dagli uomini delle Volanti nel primo pomeriggio del sabato scorso.

Infine, nella serata di sabato gli agenti della Sez. Volanti della Questura di Arezzo hanno deferito in stato di libertà g.B., cinquantenne rumeno senza fissa dimora, autore di un furto all'Esselunga di Via Da Vinci.
L'uomo è stato sorpreso dall'addetto alla vigilanza mentre guadagnava l'uscita dell'esercizio commerciale in possesso di alimenti per un valore di 68 euro. Sul posto è intervenuto, a seguito di telefonata al 113, un equipaggio della Polizia che ha sequestrato anche un coltello in possesso dell'autore del reato. L'uomo quindi è stato denunciato per furto e porto di armi in luogo pubblico.


Nella mattinata di sabato 8 febbraio gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Arezzo hanno dato esecuzione alla perquisizione domiciliare disposta dal pubblico ministero nei confronti di t.g.G., rumeno del 1989, pluripregiudicato, nell'ambito delle indagini svolte nei suoi confronti per essere l'autore di una rapina ai danni di un connazionale avvenuta nei pressi della Stazione ferroviaria di Arezzo nei giorni scorsi, ripresa dalle telecamere di videosorveglianza. La Squadra mobile si è messa sulle tracce dell'uomo e lo ha individuato. In seguito alla perquisizione domiciliare disposta dal magistrato, gli investigatori hanno rinvenuto l'orologio, sottratto alla vittima della rapina durante la colluttazione. Alla base del reato probabilmente dei vecchi conti in sospeso tra rapinatore e rapinato,legati da un rapporto di conoscenza. A seguito delle operazioni da parte della Polizia, Il T.G.G. è stato quindi sottoposto a misura cautelare dell'obbligo della presentazione alla P.g., tramite ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari.


10/02/2014

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

30/05/2024 04:46:54