Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

controlli sulla città

CONDIVIDI

Nella serata di ieri, 31 maggio 2012, a partire dalle ore 20 veniva effettuato un servizio straordinario...

Nella serata di ieri, 31 maggio 2012, a partire dalle ore 20 veniva effettuato un servizio straordinario di controllo da parte delle Volanti, direttamente coordinate dal Dirigente dell'UPGSP Commissario Capo Federica Papa, con l'ausilio del Reparto Prevenzione Crimine. Verso le 22 e 30, nel corso di un controllo presso la sala Bingo di via N. Aretino, l'attenzione degli operatori si soffermava su un tunisino, F. B., di anni 31, sprovvisto di documenti di identificazione ed, in seguito a perquisizione, trovato in possesso di gr. 2,29 di sostanza stupefacente del tipo hashisc. Gli operatori provvedevano, quindi, ad accompagnarlo in Questura per sottoporlo a rilievi foto dattiloscopici e lo denunciavano in stato di libertà ex art. 75 T.U. degli stupefacenti, provvedendo al sequestro amministrativo della sostanza. Al termine del servizio, venivano identificate 91 persone e controllati 24 autoveicoli, elevate 2 contravvenzioni al codice della strada e veniva ritirata una patente di guida. Successivamente, verso le ore 03,30 di questa notte, giungeva in Sala Operativa la segnalazione di un cittadino, che aveva notato in via Folli la presenza di due uomini che si aggiravano con fare sospetto nei pressi della rete di recinzione di un'abitazione. La Volante accorreva sul posto e, durante il tragitto, il chiamante continuava ad aggiornare in modo puntuale l'operatore del 113, consentendogli di informare correttamente gli agenti su strada. Lo stesso comunicava, infatti, che uno dei due si era arrampicato sul balcone di un'abitazione al primo piano, mentre l'altro era rimasto giù, nella posizione tipica del "palo". Giunti sul posto, gli operatori illuminavano con le torce elettriche lo stabile segnalato e sorprendevano uno dei due intrusi, che indossava un paio di pantaloni neri ed una felpa dello stesso colore con il cappuccio calato sulla fronte, sul balcone retrostante della casa, che si affaccia su via Trento e Trieste. Alla vista dei poliziotti, l'uomo si arrampicava sul piano superiore, salendo sul balcone dell'abitazione del secondo piano e, successivamente, sui tetti. A questo punto, un agente lo inseguiva, arrampicandosi a sua volta sul balcone del primo piano. Il ladro, allora, si gettava dal tetto della casa e precipitava su un'autovettura in sosta, sfondandola. Gli operatori cercavano quindi di immobilizzarlo per trarlo in arresto, ma lo stesso, scalciando per divincolarsi, li colpiva alle mani ed alle gambe, provocando loro significative contusioni. Finalmente, anche grazie all'intervento di altri poliziotti accorsi nel frattempo sul posto, si procedeva all'arresto del malfattore, che, in seguito a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un coltello con lama richiudibile e di una somma di euro 300, che venivano sequestrati unitamente al suo telefono cellulare. Dell'avvenuto arresto veniva notiziato il Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, che disponeva che l'arrestato fosse trattenuto presso la camera di sicurezza della Questura, in attesa dell'udienza di convalida da celebrarsi in mattinata. Il proprietario dell'appartamento preso di mira dai ladri, infine, segnalava di aver rinvenuto sul balcone uno zaino di proprietà dell'arrestato, contenente arnesi da scasso _ 5 cacciaviti, 2 pinze, 2 ferri uncinati, 5 torce _ ed un centinaio di schede per ricariche telefoniche non utilizzate, per accertare la provenienza delle quali sono in corso accertamenti anche in relazione al furto subito durante la notte dal bar "Giotto". Il tutto veniva sottoposto a sequestro. In conclusione, ancora una volta emerge come la collaborazione del cittadino, oltre che un dovere civico, rappresenti una risorsa di fondamentale importanza per la Polizia, che può avvalersi così di vere e proprie "sentinelle" sul territorio.
01/06/2012

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

27/11/2020 15:43:16