Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

Nulla osta provvisorio per lavoro autonomo

CONDIVIDI

Visto d'ingresso per lavoro autonomo V. Portale dei visti d'ingresso dal sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Riferimenti normativi: D. Lgs 286/1998 Testo Unico Immigrazione (TUI) - DPR 394/1999  Regolamento attuativo TUI - Decreto Interministeriale n. 850 del 11 maggio 2011

 

DOCUMENTAZIONE PER LA RICHIESTA DI NULLA OSTA PROVVISORIO PER LAVORO AUTONOMO

Allegare al modulo di domanda la seguente documentazione (l’ufficio si riserva di chiedere ulteriore documentazione se ritenuta necessaria)

1. Passaporto del richiedente (solo fotocopia);

2. Eventuale procura sottoscritta presso la Rappresentanza Diplomatica o Consolare Italiana competente nel luogo di residenza del richiedente e fotocopia del documento d’identità del procuratore;

3. Dichiarazione (rilasciata dalla competente autorità amministrativa preposta al rilascio della relativa licenza o autorizzazione o tenuta alla verifica dei requisiti occorrenti per l’attività che necessita di un’iscrizione abilitante in un albo o registro) che non sussistono motivi che impediscono il rilascio del titolo abilitativo o autorizzatorio comunque denominato. La dichiarazione deve avere una data non anteriore a tre mesi a quella della richiesta, e alla stessa deve essere allegata la fotocopia della domanda presentata per l’ottenimento di tale dichiarazione e la fotocopia della documentazione che si è dovuta allegare a tale domanda;

4. Attestazione dei parametri riguardanti la disponibilità delle risorse occorrenti per l’esercizio dell’attività che si vuole intraprendere. Tale attestazione è rilasciata dalla Camera di Commercio competente per territorio per le attività che hanno carattere imprenditoriale e pertanto iscrivibili nel Registro delle Imprese di cui all’art. 2188 del Codice civile oppure è rilasciata dai competenti Ordini professionali per le attività soggette ad iscrizione negli Ordini stessi;

5. Contratto di affitto o acquisto registrato dell’immobile destinato ad alloggio, in alternativa, una dichiarazione, sottoscritta da un cittadino italiano o straniero regolarmente soggiornante in Italia, che attesti di aver messo a disposizione del richiedente un idoneo alloggio, a tale dichiarazione deve essere allegata la fotocopia del contratto di affitto o di acquisto della casa, registrato, intestato a chi ha firmato la dichiarazione e la fotocopia del documento d’identità di chi ha firmato la dichiarazione.

ATTENZIONE: Si consiglia di verificare la disponibilità delle apposite “quote” per lavoro autonomo contattando la Rappresentanza Diplomatica o Consolare Italiana competente al rilascio del visto. Per le attività autonome che non trovano corrispondente iscrizione nel registro delle imprese e che siano svincolate da licenze e autorizzazioni, da denunce di inizio attività, o dall’iscrizione ad albi, registri od elenchi abilitanti, e per le quali pertanto non è individuabile l’Amministrazione competente a rilasciare l’attestazione di cui al punto 4, contattare direttamente l’Ufficio Immigrazione della Questura.

ENGLISH


 

Per la presentazione della domanda

richiedere un appuntamento tramite messaggio

al numero Whatsapp dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Arezzo 351 91 34 939

 

Coloro che non utilizzano Whatsapp potranno richiedere un appuntamento

tramite gli ordinari canali telefonici: Contatti Uffici


 

                                                                                                                                                  Home - modulistica e servizi

 


09/07/2020
(modificato il 12/11/2020)

28/11/2020 17:36:20