Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

Circoli privati ed enti collettivi - somministrazione di bevande alcoliche. Comunicazione al Questore.

La Legge n. 131 del 7 agosto 2012 di conversione del Decreto Legge n. 79 / 2012, ha riformulato l’art. 86 del TULPS.

Il nuovo comma 2 dell'art. 86 del TULPS ha stabilito che, per l’attività di somministrazione di bevande alcoliche all’interno di enti collettivi e circoli privati di qualunque specie, anche se la vendita e il consumo siano limitati ai soli soci, deve essere presentata una comunicazione al Questore.

All’avvio dell’attività di somministrazione di bevande alcoliche nei circoli privati ed enti collettivi, il presidente o legale rappresentante, potrà presentare detta comunicazione in Comune unitamente alla Scia; il Comune provvederà al successivo tempestivo inoltro in Questura, come indicato da circolare del Ministero dell’Interno del 14/12/2012 relativa all’attività di somministrazione di alimenti e bevande.

In alternativa, per i circoli privati e gli enti collettivi della Provincia di Arezzo, detta comunicazione può essere indirizzata direttamente alla Questura - Ufficio Licenze - anche tramite mail al seguente indirizzo di posta certificata: ammin.quest.ar@pecps.poliziadistato.it.

Trovano applicazione gli stessi poteri di controllo degli ufficiali ed agenti di pubblica sicurezza previsti per le attività indicate al comma 1 del sopracitato art. 86 TULPS.

                                                                                                                                                    Home - modulistica e servizi


17/05/2017
(modificato il 04/07/2018)

19/11/2019 03:05:16