Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

46ENNE ARETINO AGGREDISCE E FERISCE GRAVEMENTE LA COMPAGNA. POLIZIA DI STATO LO ARRESTA IN FLAGRANZA.

CONDIVIDI
pantera

Sono le 15.40 circa quando arriva in Sala Operativa la richiesta disperata di aiuto da parte di una donna che era stata appena picchiata violentemente dal compagno nonché padre di sua figlia; immediatamente gli Agenti percepivano la delicatezza dell’intervento e che non c’era tempo da perdere.

I fatti:

All’arrivo delle Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo la vittima era accasciata su una panchina in piazza S. Francesco, presentava una forte emorragia dal naso completamente tumefatto e sugli arti superiori ed inferiori i segni delle gravi percosse appena ricevute, mentre l’autore del folle gesto, V.L. quarantaseienne aretino, si era appena dato alla fuga rifugiandosi all’interno dell’appartamento, teatro della violenza appena consumata.

Immediatamente un equipaggio prestava un primo soccorso alla donna mentre l’altro si metteva alla ricerca dell’aggressore che trovavano chiuso in casa.

La donna raccontava agli agenti che il tutto era nato da una banale discussione sulla gestione dei lori figli minori e che i loro rapporti erano già burrascosi da tempo, numerosi erano già stati infatti gli episodi di violenza fisica mai denunciati e subiti dalla signora, fino ad arrivare all’odierno exploit di violenza.

L’uomo, infatti, l’aveva aggredita con pugni calci e morsi, fino a sferrarle un violentissimo pugno al naso che le cagionava una copiosa emorragia tanto da farla cadere a terra, ma neanche tale circostanza interrompeva la furia dell’uomo che continuava ad infierire sul corpo della donna a terra che solo dopo un po’ di tempo riusciva ad alzarsi e portasi in strada alla ricerca disperata di aiuto.

Gli agenti della Questura di Arezzo traevano dunque immediatamente in arresto V.L. per i gravi fatti appena descritti e lo conducevano presso il carcere di Arezzo a disposizione dell’AG, mentre la donna veniva trasportata presso l’ospedale in codice rosso ove veniva sottoposta d’urgenza ad una delicato intervento chirurgico per la ricostruzione del naso e le ulteriori necessarie cure.

 

Arezzo, 06 luglio 2021

 


06/07/2021

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/09/2021 01:39:18