Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 AREZZO ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

Sequestrati dalla Polizia di Stato in A/1 oltre 113.000 euro in contanti e 10.000 mascherine chirurgiche con certificazione falsa

CONDIVIDI
foto mascherine

La Polizia Stradale di Arezzo in autostrada del sole e nei pressi del casello di Arezzo, ha effettuato due importanti sequestri nel corso di due distinte operazioni di Polizia Giudiziaria.

Nella prima operazione, durante il pomeriggio di ieri, è stato fermato un furgone con targa ungherese ma con due cittadini italiani a bordo, un 30enne campano ed un 50enne pugliese, che stava trasportando 10.000 mascherine chirurgiche provenendo da Napoli e diretto verso il nord.

I poliziotti della Sottosezione di Battifolle, vista la grave emergenza sanitaria in corso e considerato come persone prive di scrupoli tentino comunque di approfittarne, ne hanno chiesto conto. I due hanno riferito di essere titolari, in Ungheria, di un’azienda del campo alimentare e di essersi riconvertiti nella produzione di mascherine e che le stessero riportando in Ungheria considerato che il loro committente di Napoli, dove le avevano appena portate, si era rifiutato di pagarle.

Vista tale fantasiosa giustificazione i poliziotti hanno approfondito gli accertamenti verificando come invece si trattasse di mascherine scortate da una certificazione falsa e quindi, non solo di provenienza illecita, ma anche di dubbia efficacia.

Le mascherine ed il furgone sono stati sequestrati e i due denunciati all’A.G. per frode in commercio.

Nella seconda operazione è avvenuto che, durante la notte appena trascorsa, i poliziotti di Battifolle hanno fermato un 50enne romano che stava guidando un autocarro Peugeot preso a noleggio a Roma e che stava transitando verso il nord.

Durante il controllo è emerso come trasportasse, sopra la cabina di guida ed all’interno di un pannello di plastica, 17 mazzette di banconote di vario taglio in euro per un ammontare complessivo di 113.960,00 €.

Singolare anche in questo caso è stata la risposta alle domande degli agenti riguardo al possesso di tale ingente somma di denaro in contate: il romano ha affermato di non saperne nulla e che, secondo lui, ce l’avrebbe lasciata il precedente noleggiatore di quel veicolo.

Il risultato è stato che il 50enne romano è stato denunciato in stato di libertà per riciclaggio ed il denaro ed il veicolo sequestrati.

L’operazione è stata condotta con il concorso, per gli aspetti di specifica competenza, del locale Comando della Guardia di Finanza.


21/04/2020

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

08/07/2020 17:25:26