Questura di Aosta - Centralino

  • Corso Battaglione Aosta, 169 - 11100 AOSTA ( Dove siamo)
  • telefono: 0165279111
  • email: dipps104.00F0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook
  • twitter

Rilascio passaporto

CONDIVIDI

Il documento

Il passaporto è rilasciato ai cittadini italiani e per i maggiorenni ha durata decennale. Alla scadenza della validità, riportata all'interno del documento, è necessario richiedere l’emissione di un nuovo documento.

Il passaporto elettronico è costituito da un libretto cartaceo di 48 pagine a modello unificato, dotato di un microchip inserito nella copertina, che contiene le informazioni relative ai dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del titolare.

 Alla pagina 2 del libretto è presente la firma digitalizzata del titolare. La firma è esclusa per le sotto elencate categorie:

  • Minori di anni 12;
  • Analfabeti (il cui stato sia documentato con un atto di notorietà);
  • Coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l'apposizione della firma;

in tali casi al posto della firma comparirà la dicitura "esente" scritta anche in lingua inglese e francese. Anche i minori per viaggiare devono essere provvisti di passaporto individuale e non è più possibile richiedere l'iscrizione del figlio minore sul passaporto di un genitore. 

Per notizie più approfondite si rimanda alla pagina “passaporto per minori”. Nel caso di minori le impronte vengono acquisite dal compimento dei 12 anni di età.

 

Come e dove presentare la domanda

Accedendo al sito https://www.passaportonline.poliziadistato.it con SPID/CIE e compilando i campi con i dati richiesti, si potrà prenotare un appuntamento presso l’ufficio passaporto di competenza per presentare la relativa domanda.

Coloro che invece non dispongono di una connessione Internet, possono richiedere la prenotazione on line attraverso i Comuni di residenza o presso le Stazioni dei Carabinieri, portando con sé un documento di riconoscimento e il codice fiscale.

Qualora sussistano motivi di urgenza dovuti a lavoro, salute, studio, turismo o altro, adeguatamente giustificati, sarà possibile chiedere l’anticipo dell’appuntamento inviando una mail all’indirizzo dipps104.00N0@pecps.poliziadistato.it solo dopo aver preso comunque appuntamento per la prima data utile.

 

Richiesta di passaporto all'estero

I cittadini italiani che all'estero vogliono richiedere il passaporto, possono visitare la pagina dedicata al passaporto sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale 

 

Documentazione da presentare

  • Il modulo di richiesta del passaporto stampato che viene inviato via mail insieme alla conferma dell’appuntamento
  • N.B. Insieme al modulo di richiesta del passaporto i cittadini dovranno sottoscrivere anche l’informativa sul trattamento dei dati personali.
  • un documento di riconoscimento valido (n.b. portare con sé, oltre all'originale, anche una fotocopia del documento;
  • 2 foto formato tessera che possono essere scattate direttamente in Questura. Qualora si volesse fornire foto proprie, riassumiamo le caratteristiche tecnico-qualitative che devono avere:
    • Deve essere recente (non più di 6 mesi);
    • La foto deve essere a colori;
    • La persona fotografata deve avere un’espressione neutra e tenere la bocca chiusa;
    • Gli occhi debbono essere aperti e ben visibili;
    • La foto deve avere uno sfondo bianco e con luce uniforme;
    • Non deve avere riflessi di flash sul viso e soprattutto non gli occhi rossi;
    • Il viso deve coprire il 70-80% della foto dalla base del mento alla fronte;
    • La messa a fuoco deve essere nitida;
    • La foto deve essere fatta guardando direttamente la macchina;
    • Grandezza: 35-40 mm;
    • La foto deve essere stampata su carta di alta qualità e ad alta definizione;
    • Il viso deve essere ben centrato nella macchina e quindi non di profilo;
    • La foto deve mostrare la persona da sola, senza altri oggetti o persone sullo sfondo.

Avvertenze per coloro che indossano occhiali da vista:

  • La foto deve mostrare chiaramente gli occhi e non deve avere riflessi del flash sulle lenti (inclinare leggermente il capo);
    • Gli occhiali da vista non devono avere lenti colorate (c.d. “occhiali da sole”);
    • Non si devono indossare occhiali con montatura pesante e la montatura non deve coprire nessuna parte degli occhi;
    • Le foto fatte con un copricapo sono accettate soltanto se giustificate da motivi religiosi; in tal caso si devono chiaramente vedere i contorni del viso, dalla base del mento alla fronte ed entrambi i lati del volto;
  • la ricevuta del pagamento a mezzo c/c di € 42.50 per il passaporto ordinario. Il versamento va effettuato presso gli uffici postali di Poste Italiane mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro, in distribuzione presso gli uffici postali di Poste Italiane.  Il bollettino postale dovrà riportare nello spazio “eseguito da” i dati dell’intestatario del passaporto anche se minore e nella causale dovrà esser scritta la dicitura “rilascio passaporto elettronico”. Non saranno accettati bollettini in bianco, bonifici, giroconti ed altre tipologie di versamenti;     
  • un contrassegno amministrativo da € 73,50 (da acquistare in una rivendita di valori bollati o tabaccaio);
  • chi desidera riavere indietro il vecchio passaporto scaduto deve richiederlo al momento della presentazione dell'istanza. In ogni caso il passaporto scaduto o deteriorato dovrà essere presentato per l’annullamento nel momento in cui si richiede un nuovo passaporto;
  • in caso di richiesta di nuovo passaporto per smarrimento o furto deve essere presentata la relativa denuncia;
  • insieme alla documentazione elencata dovrà essere esibita anche la stampa della ricevuta che viene generata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda on Line.

Si ricorda che le impronte digitali acquisite presso gli uffici della Polizia di Stato vengono trattenute solo per il tempo strettamente necessario alla lavorazione del documento per poi essere cancellate.


Richiesta di passaporto in presenza di figli minori

L’articolo 20 del Decreto Legge 13 giugno 2023 n. 69 ha introdotto una importante novità  per il rilascio dei passaporti: in presenza di un figlio minore, per entrambi i genitori non è più necessario il consenso dell’altro genitore e il passaporto potrà esser emesso in modo semplificato a meno che non esista un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria che ne inibisca il rilascio. Tale provvediemtno, che impedisce al genitore destinatario di ottenere il passaporto, può essere emesso dal giudice a domanda dell'altro genitore o del pubblico ministero, nei casi in cui vi sia il concreto e attuale pericolo che questi possa sottrarsi all'adempimento dei propri obblighi nei confronti dei figli.

Consegna del documento

E' possibile delegare il ritiro del passaporto ad altra persona, purché il delegato sia maggiorenne, sia munito di documento di identità, presenti una fotocopia del documento del titolare del passaporto e una delega legalizzata da un notaio, da un ufficiale dell'anagrafe, ovvero sottoscritta al momento della presentazione dell’istanza davanti al pubblico ufficiale che la riceve.

Servizio passaporto a domicilio

Per il cittadino che ne faccia richiesta al momento della presentazione dell’istanza, sarà possibile ricevere il passaporto al proprio domicilio usufruendo del servizio offerto da Poste Italiane. Il servizio ha un costo di € 9,05 da pagare in contrassegno al momento della consegna, ovvero direttamente all'incaricato di Poste Italiane.

Coloro che intendano fruire di tale servizio, denominato “passaporto a domicilio”, riceveranno, a cura della Questura o del Commissariato, una busta fornita da Poste Italiane che dovranno compilare.

Sarà loro rilasciata una ricevuta con il numero dell’assicurata al fine di consentire il monitoraggio del processo di consegna sul sito di Poste Italiane.  

In caso di mancata consegna:

  • in caso di assenza del destinatario verrà lasciato un avviso di mancata consegna e decorsi 30 giorni senza ritiro il documento sarà restituito all'Ufficio passaporti emittente.
  • in caso di indirizzo errato Poste Italiane riconsegnerà il documento all'Ufficio passaporti emittente
  • in caso di smarrimento o di qualsiasi altro episodio di mancata consegna del plico, Poste Italiane corrisponderà al cittadino un indennizzo pari ad € 50.

 

Altri documenti validi per l’espatrio

Sono valide per l'espatrio verso Paesi UE le carte di identità che non rechino sul retro la dicitura “NON VALIDA PER L'ESPATRIO.


26/05/2023
(modificato il 19/06/2023)

29/02/2024 00:52:35