Questura di Agrigento

  • Piazza Vittorio Emanuele, 2 - 92100 AGRIGENTO ( Dove siamo)
  • telefono: 0922483111
  • email: dipps101.00f0@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Contrasto al traffico di Sostanza Stupefacente

CONDIVIDI

La Polizia di Stato di Agrigento continua nella sua costante attività di contrasto al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Nel tardo pomeriggio dello scorso 6 febbraio, personale della Sezione Antidroga della Squadra Mobile e della Sezione Anticrimine del Commissariato di P.S. di Licata, a seguito di un servizio di prevenzione e repressione del traffico di stupefacenti presso una via cittadina di Licata, ha arrestato in flagranza di reato un licatese, già noto per reati in materia di droga, e la sua convivente,  immune da precedenti penali.

Nell ambito dell'immediata perquisizione domiciliare, nelle immediate vicinanze dell'abitazione degli arrestati, veniva rinvenuta sostanza stupefacente di varia ttcolog:ia. Infatti la donna, avvedutasi della presenza dei poliziotti riusciva a liberarsi da;llc stupefacente lanciandolo dal balcone di casa, ma il gesto non sfuggiva al personale in appostamento

La sostanza stupefacente recuperata si accertava essere del tipo cocaina circa 100 grammi, del tipo hashish circa 315 grammi e del tipo marijuana, circa 22 grammi, oltre a vario materiale per la pesatura, confezionamento e taglio. Altresì, si procedeva al sequestro preventivo della somma in denaro di euro 850,00, rinvenuto all'atto dei controllo sulla persona dell'arrestato, ritenuto provento illecito dell'attività di spaccio ai dettaglio di stupefacenti.

Nel corso dell'operazione antidroga, l'uomo all'atto del primo controllo tentava di allontanarsi a bordo del proprio veicolo innescando un breve inseguimento per le vie cittadine. Solo grazie all'efficace coordinamento e al pronto o tempismo delle pattuglie della Polizia di Stato dislocate sul territorio, consentiva di fermare in sicurezza il fuggitivo.

L' attività della Squadra Mobile e del Commissariato P.S. di Licata veniva condivisa dalla Procura della Repubblica di Agrigento, che avanzava al competente G.I.P. richiesta di convalida di tutte le attività della Polizia di Stato.

Il GIP presso il Tribunale di Agrigento, in data di ieri, convalidava le due misure coercitive e disponeva gli arresti domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico per uno degli arrestati e la misura cautelare dell'obbligo di dimora per la convivente.


10/02/2024

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

14/04/2024 18:27:38