Questura di Verona

  • Lungadige Antonio Galtarossa, 11 - 37133 VERONA ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino: 0458090411
  • fax: 0458090490
  • email: Consulta elenco PEC in Orari e Uffici della Questura
  • facebook

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO STRANIERO IN VIA VILLA GLORI

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO STRANIERO IN VIA CALVI

LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UNO STRANIERO IN VIA VILLA GLORI

Nel pomeriggio di sabato scorso, gli agenti delle Volanti della Questura di Verona hanno tratto in arresto Oussama Chaibi, ventiquattrenne originario di Marsiglia, accusato di favoreggiamento e lesioni personali. L’uomo è stato intercettato in via Villa Glori a seguito di richiesta d’intervento pervenuta alla Centrale Operativa.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, un anziano residente in via Calvi sarebbe stato avvicinato, intorno alle ore 16.30, da uno straniero, presumibilmente di origine magrebina che, offrendosi di accompagnare a casa il settantanovenne, con scaltrezza, sarebbe riuscito a sottrarre, dalla tasca della giacca indossata dall’uomo, un borsello contenente un mazzo di chiavi e pochi euro. In quel frangente, un passante, testimone dell’accaduto, si sarebbe avvicinato per schierarsi in difesa dell’anziano, riuscendo così a mettere in fuga il cittadino straniero. A questo punto, tre uomini, con molta probabilità complici del ladro rimasto ignoto, avrebbero aggredito, cagionando lesioni personali, il testimone per poi, a loro volta, allontanarsi.

Grazie alle dettagliate descrizioni raccolte sul posto, gli agenti intervenuti sono riusciti ad intercettare, poco distante, uno dei malviventi, poi identificato per Oussama Chaibi, riconosciuto in maniera certa dall’ aggredito come colui che, poco prima, gli aveva sferrato un pugno.

Lo straniero, sprovvisto di documenti, è stato accompagnato presso gli Uffici di Polizia ove le procedure di identificazione hanno consentito di appurare che lo stesso era già gravato da precedenti per spaccio.

Oussama Chaibi, arrestato per favoreggiamento e lesioni personali, (avendo la parte offesa riportato una prognosi di 15 giorni), è comparso questa mattina davanti al giudice che, a seguito di convalida dell’arresto, in sede di direttissima ha condannato l'uomo a 10 mesi di reclusione.


12/11/2018
(modificato il 13/11/2018)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/06/2019 09:36:35