Questura di Varese

  • Piazza della Libertà, 2 - 21100 Varese ( Dove siamo)
  • telefono: 0332801111
  • email: urp.quest.va@pecps.poliziadistato.it
  • facebook
  • twitter

Squadra Mobile – esecuzione di tre ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di cittadini italiani responsabili del reato di estorsione aggravata –

foto

Squadra Mobile – esecuzione di tre ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di cittadini italiani responsabili del reato di estorsione aggravata –

 

Nella prima mattinata di ieri lunedì 26 marzo, a conclusione di attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile della Questura di Varese e coordinata dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio, dr.ssa Francesca Gentilini Sost.Proc, è stata data esecuzione a tre Ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere emesse dal G.I.P. del Tribunale di Busto Arsizio (VA).

L’ attività investigativa ha fatto emergere un sodalizio criminale tra tre soggetti, due dei quali residenti a Busto Arsizio mentre il terzo residente a Gallarate di età compresa tra i 44 e i 67 anni,  responsabile di estorsioni aggravate nei confronti di due imprenditori operanti nella provincia di Varese, fatti accertati a partire dal mese di giugno e fino al mese di ottobre 2017.

Le indagini hanno avuto inizio con la denuncia formalizzata da uno dei due imprenditori, il quale era stato costretto, mediante minacce realizzate dai destinatari delle misure cautelari e da altri soggetti indagati nel medesimo procedimento penale, a sottoscrivere cambiali per un totale di 23.000 euro.

La pretesa di denaro era motivata da un asserito recupero crediti risalente alla precedente attività imprenditoriale - chiusa a seguito di fallimento - della parte offesa, in favore di un fornitore e alcuni suoi ex dipendenti.

Oltre alla citata estorsione gli stessi soggetti, percepita la soggezione della vittima disposta a pagare per evitare ritorsioni, avanzavano ulteriori pretese di denaro in contanti. In occasione di uno di tali episodi estorsivi, veniva tratto in arresto uno degli autori dell’attività delittuosa. 

Al termine della attività, due dei tre destinatari delle misure cautelari sono stati associati alla casa circondariale di Busto Arsizio, mentre il terzo è rimasto ristretto presso la casa circondariale di Varese ove si trovava già recluso per altra causa.  


28/03/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/10/2018 08:02:35