Questura di Varese

  • Piazza della Libertà, 2 - 21100 Varese ( Dove siamo)
  • telefono: 0332801111
  • email: urp.quest.va@pecps.poliziadistato.it
  • facebook
  • twitter

U.P.G.S.P. - eseguiti nr.4 rimpatri con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno in Varese per 3 anni.

foto

U.P.G.S.P. - eseguiti nr.4 rimpatri con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno in Varese per 3 anni.

Weekend contrassegnato da 4 rimpatri con foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Varese a carico di altrettanti pregiudicati che, senza giustificato motivo, bivaccavano in città.

I primi a cadere nella rete dei controlli effettuati dalla Polizia di Stato della Squadra Volanti sono stati due giovani albanesi che, a bordo di un’utilitaria, percorrevano viale Borri. I due, entrambi pregiudicati, erano stati notati transitare, già nei giorni passati con fare sospetto, nelle vie limitrofe da tempo bersagliate dai topi d’appartamento. L’autovettura a loro in uso non è sfuggita all’attenzione delle Volanti ed ai due, in considerazione dei precedenti di polizia a loro carico e del fatto che non avevano un motivo valido per trovarsi in città,  è stato notificato il Foglio di Via Obbligatorio e divieto di ritorno nel comune di Varese per 3 anni.

Analogo provvedimento è stato notificato a due venditori abusivi di cartoline che, approfittando dell’ingenuità di due minori incontrati nel centro cittadino, si sono indebitamente appropriati della loro paghetta settimanale. I ragazzini non si sono dati per vinti e, resisi conto di essere stati raggirati dai due malfattori, hanno avvisato la Polizia di Stato che prontamente li ha rintracciati a poche centinaia di metri mentre cercavano di carpire la fiducia di altri cittadini. Al termine dei controlli, ai due, entrambi con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio nonché inerenti gli stupefacenti, non è rimasto che lasciare il territorio di Varese.

Ultimo episodio degno di nota del weekend scorso  è l’allontanamento dalla casa familiare di un uomo, sudamericano con il vizio dell’alcool, che da tempo rendeva un inferno la vita della moglie: quest’ultima, stanca dei continui soprusi, dopo un ennesimo litigio ha chiamato la sala operativa della Questura, e la pattuglia, intervenuta, non ha potuto far altro che allontanare l’uomo intimandogli di non far più ritorno presso quell’abitazione.


06/02/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/02/2018 07:23:27