Questura di Varese

  • Piazza della Libertà, 2 - 21100 Varese ( Dove siamo)
  • telefono: 0332801111
  • email: urp.quest.va@pecps.poliziadistato.it
  • facebook
  • twitter

Commissariato di P.S. di Busto Arsizio – Arresto di cittadino cinese per maltrattamenti in famiglia e di due cittadini pakistani per tentativo di furto aggravato.

foto

Un cittadino cinese di 54 anni è stato arrestato nel pomeriggio del 6 gennaio dalla Volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio per maltrattamenti contro la figlia ventenne.

E’ stata la stessa ragazza a richiedere con una telefonata l’intervento degli agenti che, arrivati nell’appartamento occupato dalla famiglia orientale, l’hanno trovata in lacrime nella sua camera da letto, dove si era rifugiata cercando di sottrarsi alla furia del genitore.

Questo, nonostante la presenza dei poliziotti, continuava a inveire e a cercare di raggiungere la ragazza, costringendo i tutori dell’ordine a trattenerlo e a condurlo a forza in un’altra stanza.

La ricostruzione dei fatti, effettuata in base alle dichiarazioni della stessa figlia e di altre persone al corrente della situazione ma anche a precedenti interventi delle pattuglie, ha permesso di stabilire che da qualche mese in famiglia regna uno stato di forte tensione, determinato dalla relazione sentimentale che la giovane ha allacciato con un italiano e che viene osteggiata dai genitori.

Il genitore in varie occasioni sarebbe intervenuto, anche con percosse, per “convincere” la ragazza a interrompere il rapporto. Da ultimo, poco prima dell’intervento, il padre aveva minacciato di uccidere la figlia e il compagno tanto che la giovane, in preda alla disperazione, si era seduta sulla ringhiera del balcone con le gambe penzolanti nel vuoto, annunciando di volersi suicidare.

Solo l’intervento del fratello, che l’aveva afferrata da tergo e tirata all’interno della stanza, l’aveva salvata.

Il cinquantaquattrenne è stato arrestato e condotto in carcere.         

 

Inoltre, nella medesima giornata, sono stati arrestati due cittadini pakistani nella flagranza di tentativo di furto aggravato.

I due, nottetempo, hanno tentato una “spaccata” in un autolavaggio di Busto Arsizio.

Erano le 22,00 quando un cittadino ha segnalato alla centrale operativa di via Ugo Foscolo che due individui stavano rompendo le vetrate di un autolavaggio in viale Borri.

La pattuglia si è immediatamente precipitata sul posto dove ha incrociato i soggetti che, dopo un tentativo di fuga a piedi, sono stati bloccati e identificati come due Pakistani di 33 e 24 anni, rispettivamente residenti a Busto Arsizio e Lonate Pozzolo. Il più anziano, tra l’altro, era già conosciuto dai poliziotti perché sottoposto all’obbligo di firma in seguito a un precedente arresto per furto.

Il sopralluogo effettuato nell’autolavaggio ha permesso di verificare che i due avevano dapprima tentato di forzare una porta, riuscendo solo a danneggiarla ma non ad aprirla, per poi infrangere una finestra servendosi di un mattone e introdursi così nei locali.

Questi si presentavano completamente a soqquadro, anche una porta interna risultava forzata e vari documenti commerciali e amministrativi erano stati gettati a terra, calpestati e resi inutilizzabili. Ingente è quindi il danno causato ai proprietari, anche se l’unico oggetto che i due ladri erano riuscirti a prelevare prima di essere bloccati era un piumino appartenente al titolare, ritrovato in un prato nelle vicinanze.


08/01/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/02/2018 11:49:24