Questura di Udine

  • Viale Venezia 31 - 33100 UDINE ( Dove siamo)
  • telefono: 0432413111
  • fax: 0432413777
  • email: urp.ud@poliziadistato.it

Due soggetti indagati e uno fermato, indiziato di delitto, a seguito dei controlli della Polizia di Stato di Udine

refurtiva

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Udine ha proceduto al fermo d’indiziato di delitto di un cittadino albanese, 20enne, senza fissa dimora.

Ieri mattina, durante un controllo ad un casolare abbandonato in via Molin Nuovo a Udine, un equipaggio della Sezione Volanti ha fermato un giovane che alla vista degli agenti si era dato, invano, ad una precipitosa fuga. Lo straniero, la sera precedente, era già stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria unitamente ad un altro suo connazionale 18enne per ricettazione, in quanto trovati in possesso di diversi oggetti provento di furto, nello specifico capi di abbigliamento sportivo che si è poi appurato sottratti nei giorni scorsi in due esercizi del centro commerciale “Città Fiera” ed alcuni gioielli probabile provento di furti in abitazione sui quali si stanno facendo accertamenti e verifiche ulteriori. All’interno delle stanze dove il giovane, irregolare sul territorio nazionale, dimorava, gli agenti hanno trovato altra refurtiva, accendini e cosmetici, nonché un vero e proprio armamentario di pistole giocattolo, cacciaviti, grimaldelli ed altri arnesi usati dai ladri per introdursi all’interno delle abitazioni private unitamente a guanti e calzari, utilizzati per non lasciare tracce ed agire silenziosi.

Stante la posizione irregolare per la normativa sull’immigrazione, e sussistente il pericolo di fuga, peraltro già tentata, lo stesso veniva condotto presso la locale casa circondariale in stato di fermo, denunciato per ricettazione e furto aggravato.

Sempre nella giornata di ieri, i “Poliziotti di Quartiere” della Questura rintracciavano in pieno centro una 32enne croata, pluripregiudicata, unitamente ad un suo nipote 12enne. Gli accertamenti e l’attività esperita in Questura dagli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile portavano ad appurare con certezza che la stessa si era resa responsabile di un furto in un’abitazione del centro città ai primi di marzo, per la cui commissione è stata quindi denunciata in stato di libertà; la donna nascondeva poi sotto le vesti cacciaviti e plastiche, gli “attrezzi del mestiere” utilizzati dai ladri d’appartamento, e portava una borsa di valore ed al collo una catenina d’oro bianco, entrambe provento di un recente furto in un’abitazione di Trieste. Anche per queste ultime fattispecie di reato, possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli e ricettazione, è stata naturalmente deferita all’Autorità Giudiziaria competente.

La stessa, al termine dell’attività, è stata poi munita di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune udinese per 3 anni.

 


14/03/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

25/05/2019 23:13:32