Questura di Udine

  • Viale Venezia 31 - 33100 Udine ( Dove siamo)
  • telefono: 0432413111
  • fax: 0432413777
  • email: urp.ud@poliziadistato.it

Termina un anno scolastico ricco di soddisfazioni per l'attività della Polizia di Stato di Udine rivolta agli studenti

scuola

Il

Il legame che unisce la Polizia di Stato della provincia di Udine al mondo della scuola è un vincolo speciale che si è consolidato nel tempo grazie alla costante e proficua collaborazione tra le due istituzioni.

Molte delle risorse della Polizia di Stato di Udine sono investite a favore dei ragazzi a cominciare dall’impiego di personale dedito ai controlli quotidiani, effettuati con la dovuta discrezione già dalle prime ore del mattino all’esterno degli istituti scolastici sia per assicurare la prontezza d’intervento qualora necessario che per dissuadere eventuali attività illecite. Allo stesso modo vengono pianificati in ogni dettaglio i servizi di vigilanza e controllo in occasione della festa studentesca legata all’esame di maturità cui partecipano migliaia di studenti, provenienti anche da altre provincie, proprio per garantire la buona riuscita della serata in una cornice di sicurezza.

Lo stretto rapporto che lega la Polizia di Stato al mondo degli studenti si manifesta anche attraverso l’articolata attività didattica, che si sviluppa seguendo progetti individuati a livello ministeriale, oppure internazionale o anche territoriale, ma sempre anteponendo gli interventi nelle classi coinvolte in specifici episodi critici segnalati dagli insegnanti.

Così, all’inizio di ogni anno scolastico, lo staff creato nell’ambito della Polizia di Stato della provincia di Udine si prepara con impegno ed entusiasmo agli incontri con le scolaresche per contribuire a promuovere ed a trasmettere la cultura della legalità alle nuove generazioni.

Esperti poliziotti, specializzati nella comunicazione calibrata a misura degli studenti degli istituti di ogni ordine e grado, preparano incontri e laboratori in cui vengono trattati, illustrati, discussi tutti gli aspetti legati alla sicurezza, all’importanza delle regole e allo sviluppo del senso civico nel vivere comune.

Il gruppo di lavoro, creato tra gli agenti specializzati della Questura e dei Commissariati di P.S., hanno incontrato circa 2.500 tra bambini, studenti, insegnanti e genitori con un programma specifico, distinto a seconda delle fasce di età.

Per i più piccoli gli argomenti trattati sono stati:

  1. il rispetto delle regole;
  2. la legalità;
  3. il bullismo;
  4. i comportamenti corretti da tenere per il corretto vivere in comunità.

Invece, per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado il programma prevedeva:

classe 1^:  legalità, rispetto delle regole e accenni alle varie problematiche legate al WEB;

classe 2^:  cyberbullismo e corretto uso dei social;

classe 3^:  i pericoli legati all’uso non corretto del  WEB e le problematiche relative all’uso delle sostanze stupefacenti.

I bambini hanno avuto altresì l’opportunità di visitare la sala operativa, il poligono, il laboratorio della Polizia Scientifica, assistendo direttamente allo svolgimento dell’attività lavorativa del personale di Polizia apprendendo fattivamente quanto illustrato durante gli incontri scolastici. E’ stato loro riservato ampio spazio per porre domande sui vari aspetti illustrati, cui hanno partecipato con curiosità, attenzione, e, a conclusione degli incontri, sono stati presentati i mezzi utilizzati per i quotidiani servizi di Volante, accolti con gioia ed entusiasmo.

Con il calibrato approccio verso gli studenti i cui codici di comunicazione variano a seconda del livello scolastico, lo staff della Polizia ha saputo entrare in sintonia con bambini e ragazzi, arrivando in molti casi ad ottenere risultati oltre le migliori  aspettative, come ad esempio il primo premio assegnato alle classi 5^A e 5^B del Convitto “Paolo Diacono” di Cividale del Friuli nell’ambito del concorso “PretenDiamo Legalità”, consegnato di persona dal Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, nel corso della cerimonia svoltasi a Roma nello scorso mese di maggio.

Tante sono state le iniziative promosse anche dalle specialità della Polizia di Stato, come il “Progetto Icaro”, concorso organizzato dalla Polizia Stradale per gli studenti sui temi della sicurezza stradale, dedicato alle scuole primarie e secondarie di primo grado, e “Biciscuola”, abbinato al Giro d’Italia 2018 e rivolto soprattutto alle scuole primarie con l’obiettivo di avvicinare i bambini alla cultura sportiva e del fair play. Altrettanto rilevante è stata tutta l’attività didattica, seguita costantemente dagli agenti della Polizia Stradale della provincia di Udine, impegnati a trasmettere l’importanza della sicurezza stradale con gli approfondimenti delle tematiche legate alla materia. Una singolare iniziativa rivolta agli studenti universitari , alla quale la Polizia Stradale di Udine ha aderito, ha come titolo “Aperitivi guidati” e punta a favorire un’educazione al bere responsabile con un percorso finalizzato a dissuadere i giovani dall’assunzione smodata di sostanze alcoliche; durante una serie di incontri con gli studenti gli agenti della Polizia Stradale hanno potuto evidenziare i tassi alcolemici a seguito dell’assunzione di alcol, misurati  per mezzo di specifici strumenti. Sono state quantificate in 3.000 le presenze dei giovani, insegnanti e genitori a tutte le attività della Polizia Stradale per le iniziative curate e seguite in vari ambiti e presso gli Istituti scolastici.

Una delle esigenze più sentite tra le nuove generazioni è la navigazione sicura nel WEB, ed è proprio per sensibilizzare il più possibile i giovanissimi che la Polizia di Stato promuove ed aderisce alle iniziative volte a catalizzare l’attenzione sui problemi del cyberbullismo, dei social-network, dell’adescamento online, dell’importanza della privacy, temi trattati nelle aule scolastiche ed anche negli atenei dagli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni che nel corso dell’anno scolastico hanno portato un significativo contributo professionale in occasione degli eventi come il “Fake News Festival”, primo festival d’Italia interamente dedicato alle fake news, organizzato a Udine, oppure come il “Safer Internet Day”  - Giornata Mondiale della Sicurezza in Rete”  dove la Polizia Postale è stata chiamata a  promuovere tra i giovani l’uso più sicuro e responsabile del WEB e delle nuove tecnologie, incontrando 3.700 persone tra giovani, insegnanti e genitori.

Le attestazioni sulla qualità del lavoro svolto dalla Polizia di Stato di Udine presso gli Istituti, giungono quotidianamente da parte dei Dirigenti scolastici e genitori che da quest’anno sono stati coinvolti più che mai nella fase didattica proprio con l’intento di rendere più consapevoli e preparati gli adulti che quotidianamente si confrontano con le realtà dei giovani.

 

Ma le affermazioni più importanti sono quelle che arrivano direttamente dai bambini e dai ragazzi, le testimonianze più autentiche che negli anni si moltiplicano e che vengono tutte gelosamente custodite dai poliziotti che con straordinaria sensibilità hanno saputo guadagnare la fiducia dei più piccoli.

 

 


13/06/2018
(modificato il 14/06/2018)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/10/2018 09:09:40