Questura di Trieste

  • Via Tor Bandena 6 - 34121 TRIESTE ( Dove siamo)
  • telefono: 0403790111
  • email: gab.quest.ts@pecps.poliziadistato.it

Calendario della Polizia di Stato 2010: foto artistiche per la solidarietà all'Unicef

Il Questore lo ha consegnato al Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale e a sette studenti delle scuole secondarie parte della Consulta

Questa mattina il Questore Francesco Zonno ha consegnato alla dottoressa Licia Satta Pavanello, Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale, a sette studenti delle secondarie di secondo grado - in rappresentanza degli istituti presenti in provincia - e facenti parte l'organismo rappresentativo della Consulta e alla professoressa Sabrina Benussi, docente referente della stessa, una copia del calendario da parete, in versione istituzionale, della Polizia di Stato 2010.

La consegna è avvenuta durante un cordiale incontro svoltosi stamani nella sala stampa della Questura e si è inserita nell'ambito del progetto di educazione alla legalità rivolto ai giovani promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

In occasione della presentazione del calendario avvenuta lo scorso 27 novembre a Roma, infatti, il Capo della Polizia Antonio Manganelli aveva affermato che "la sicurezza si fa insieme, mettendo a fattor comune le conoscenze", mentre il Ministro dell'Interno Roberto Maroni aveva aggiunto che "la lotta alla criminalità, di qualunque tipo, passa attraverso la formazione culturale alla legalità che avviene prima di tutto attraverso la famiglia e la scuola".

Sottolineando l'impegno degli istituti scolastici in questo senso, il Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini aveva ribadito la necessità di "educare i giovani al senso civico per formare dei buoni cittadini".

Alla luce di ciò quest'anno il calendario è stato distribuito anche nelle 3342 scuole di tutta Italia, fra cui quelle della provincia tramite i sette ragazzi che hanno manifestato tutto il loro compiacimento.

Un calendario che trasmetta messaggi di legalità ai giovani, futura classe dirigente, che stimoli in loro la voglia di diventare bravi operatori della sicurezza partecipata e di mettersi al servizio di tutti i cittadini, senza distinzioni e diversità, anzi, puntando sui valori del rispetto, dell'integrazione e della solidarietà.

Immagini artistiche di poliziotti in azione, scattate da un maestro della fotografia quale Giorgio Lotti: dai tiratori scelti alla Polizia Scientifica, dal Reparto volo alla campionessa Valentina Vezzali e alla squadra di rugby delle Fiamme Oro.

Foto artistiche fortemente evocative a fare da sfondo a un calendario che, nelle due sue edizioni da parete e da tavolo, anche i cittadini hanno potuto acquistare.

Il ricavato sarà destinato a diversi progetti di solidarietà, fra cui quello dell'Unicef nel Sud Sudan mirato alla formazione di magistrati, funzionari di Polizia e assistenti sociali per la protezione dei bambini, nonché al sostegno di una specifica unità di Polizia per la protezione di donne e minori.

Si ricorda che la vendita dei calendari della Polizia di Stato 2009 ha permesso di devolvere 161 mila euro al progetto Unicef in Indonesia e 4 mila euro all'Associazione Andrea Tudisco Onlus per il progetto "La nuova casa di Andrea".

Tornando all'incontro odierno, il Questore Francesco Zonno ha sottolineato il fatto che la consegna del calendario alle scuole da parte del Capo della Polizia per il suo tramite ha voluto essere un forte segnale di attenzione verso il mondo giovanile, "per nulla del tutto sbandato e allo sfascio" - stando al Questore - , "un legame dell'istituzione Polizia con i cittadini. Non si deve pensare soltanto alla Polizia come forza - ha proseguito Zonno - ma a una realtà che vuole interloquire con i giovani, che vuole abbattere del tutto una certa diffidenza, che vuole essere chiamata in causa dal mondo giovanile e studentesco".

A tal proposito il Questore ha affermato che anche nel 2010 si punterà sugli incontri di informazione e di prevenzione della Polizia nelle scuole e che sarà "ben felice a partecipare a una riunione della Consulta" di cui fanno parte i ragazzi stamani presenti, cioè il presidente del da poco rinnovato organismo di rappresentanza degli studenti della provincia (i componenti sono due per ognuno dei sedici istituti medi superiori e resteranno in carica per un biennio) Costanza Pacher dell'indirizzo linguistico del liceo classico Alighieri, Elia Calcina del liceo linguistico Bachelet, Veronika Don ed Eva Kragnac del liceo pedagogico Slomsek, Riccardo But del liceo scientifico Oberdan, Angelo Albertelli dell'istituto tecnico Carli - Da Vinci e Riccardo Rosselli del liceo classico Petrarca.

La Pacher ha affermato che la Consulta ha "tante idee al momento e che spera di poter realizzare un'importante sinergia con il Questore e i suoi collaboratori (si tenga presente che a livello nazionale all'interno della Consulta opera una commissione sulla legalità e si cercherà di istituirla anche in questa provincia; n.d.r.), mentre la Pavanello si è compiaciuta del fatto che "la Polizia punti sui giovani".

La consegna dei calendari e lo scambio di auguri hanno concluso il piacevole incontro.


22/12/2009
(modificato il 30/12/2009)

17/06/2019 08:56:34