Questura di Treviso

  • Piazza delle Istituzioni, 1 - Edificio A - 31100 Treviso ( Dove siamo)
  • telefono: 0422/248111
  • fax: 0422/248300
  • email: urp.quest.tv@pecps.poliziadistato.it

Arrestato il "re" delle truffe

Catturato a 68 anni dopo una una vita di raggiri

Aveva appena messo a segno l’ultima truffa comprando un’affettatrice Berkel da 12 mila euro quando L. P., sessantottenne, è stato rintracciato dagli investigatori della Squadra Mobile.

L'anziano, originario della Marca, "vanta" decine e decine di raggiri messi a segno in tutta il Veneto: in tutto aveva accumulato pene da scontare per 13 anni. Gli investigatori , dopo un lunga ricerca, sono riusciti a fermare ed arrestare il latitante. Col suo fare innocuo, riusciva ad accaparrarsi la fiducia delle sue vittime.

Acquistava gioielli, motociclette, oggetti preziosi pagando sempre con assegni falsi o scoperti. Quando fiutava l’affare sui siti d’annunci, invece di trattare al ribasso offriva più soldi.

Così le sue vittime erano convinte di aver fatto un vero affare.

 

Per non dare nell’occhio conduceva uno stile di vita da “povero”. Mangiava alla mensa dei poveri, non aveva la patente e per i suoi spostamenti si faceva accompagnare da un imprenditore edile, una sua ex vittima, ridotta sul lastrico per i suoi raggiri, che aveva deciso di dargli una mano per recuperare il denaro che gli aveva sottratto. Sabato pomeriggio, gli uomini della Squadra Mobile hanno posto fine alla sua carriera trentennale di truffatore seriale dopo settimane di ricerche tra parrocchie e mense dei poveri. Ora L. P. si trova rinchiuso nel carcere di Santa Bona.


07/03/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/10/2017 05:22:50