Questura di Torino

  • Corso Vinzaglio n.10 - 10121 Torino ( Dove siamo)
  • telefono: 01155881
  • fax: 0115588045
  • email: gab.quest.to@pecps.poliziadistato.it U.R.P. : urp.quest.to@pecps.poliziadistato.it (e-mail dedicata per richiedere informazioni, ad esempio per il permesso di soggiorno, passaporto etc.)

Torino: Polfer Action Day contro i furti di metallo

foto furti rame

Un'azione coordinata in 12 Stati membri dell'Unione Europea

“Il 30 maggio 2018 si è svolto l’Action Day contro i furti di metallo, durante il quale le Forze di Polizia e personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno operato sinergicamente, grazie anche al coordinamento, a livello locale, delle Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, per contrastare in maniera strutturata questo fenomeno criminale.

L’iniziativa, organizzata e coordinata, a livello nazionale, dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale, è stata svolta, contestualmente, in Italia e in altri 11 Paesi dell'Unione Europea (Belgio, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Regno Unito).

L’attività operativa è un chiaro monito per i criminali dediti al furto di metallo, in particolare del rame, e per alcuni operatori del settore che si imbattono, talvolta incautamente, in acquisti di metalli di dubbia provenienza.

L’operazione è stata proposta dall’Italia nell’ambito della Piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali e ha visto il coinvolgimento dell'Agenzia dell'Unione europea per la cooperazione nell'attività di contrasto (Europol) e dell’Agenzia dell'Unione europea per la formazione delle autorità di contrasto (Cepol).

Le Forze dell'ordine hanno effettuato controlli su tutto il nostro territorio  presso i commercianti di rottami, nei cantieri, lungo le strade di frontiera e le linee ferroviarie. Sono stati controllati anche numerosi soggetti sospettati di ricettazione.

Durante l’action day sono stati effettuati dalle Forze di Polizia controlli incrociati in tempo reale con le banche dati di Europol. Il riscontro investigativo rileva che il metallo rubato è spesso trasportato attraverso diversi confini e venduto come rottame,  lontano dalla scena del crimine.

In Italia hanno preso parte 10.427 operatori (suddivisi in 5.200 pattuglie) della Polizia di Stato, dell’Arma dei  Carabinieri e della Guardia di Finanza. Dai risultati, ancora parziali, emerge che sono state controllate più di 25.000 persone e circa 2.000 aziende per lo più operanti nel settore del riciclo dei metalli. Sono stati effettuati, inoltre, rilevanti sequestri di rame e di altri metalli (alluminio, ottone, ferro / acciaio, ecc.) di  illecita provenienza e di veicoli utilizzati per trasportare il materiale.

Inoltre, circa 100 funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno eseguito, presso diversi uffici doganali portuali e terrestri, 30 controlli sulle spedizioni internazionali che hanno interessato oltre 1.050.000 Kg. tra rottami e cascame di rame, ferro, acciaio, ottone e zinco.

I risultati complessivamente conseguiti dall’Italia e dagli altri 11 Stati europei saranno comunicati, non appena terminato il vaglio delle singole posizioni, con una successiva nota stampa.

Per maggiori approfondimenti sul fenomeno dei furti di rame in Italia e sull’attività dell’Osservatorio nazionale Furti di Rame, istituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rinvia al seguente link: “

http://www.interno.gov.it/it/ministero/osservatori/osservatorio-nazionale-sui-furti-rame.

Così scrive la Direzione Centrale per la Polizia Criminale a Roma, nel riepilogo generale dell’importante operazione con i risultati a livello nazionale; qui di seguito è riportata l’attività svolta dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta, tenendo presente che prosegue il lavoro della Polfer per vagliare ulteriori sviluppi investigativi.

Complessivamente sono stati impiegati 46 operatori in aggiunta ai servizi che quotidianamente vengono effettuati, con controlli estesi per tutto il territorio di competenza. Nel corso delle attività sono stati controllati 21 rottamai, 12 scali ferroviari e 7 tratte ferroviarie sensibili lungo linea; le persone identificate sono state 155 e 25 i veicoli controllati; oltre una tonnellata di metalli recuperati per la maggior parte rame, ma non mancano altri metalli pregiati come zinco, alluminio ed ottone.

A Torino la Polfer ha denunciato due cittadini romeni per ricettazione ed ingiustificato possesso di attrezzatura da scasso, il loro furgone è stato sequestrato assieme ad un quintale di rame, alluminio ed ottone rinvenuto all’interno di provenienza illecita e sono state elevate 4 contravvenzioni ai sensi del Codice della Strada per 3033 euro. Personale della Squadra Mobile di Torino, nei diversi e mirati controlli effettuati a Torino e Provincia, ha denunciato 3 persone per reati ambientali.

A Novi Ligure la Polfer ha eseguito il sequestro preventivo di un grosso quantitativo di rottame di rame  per oltre una tonnellata presso un rottamaio di zona.

Ad Alessandria la Polfer ha denunciato un italiano per gestione di rifiuti non autorizzata, mentre ad Asti è scattata la sanzione amministrativa per scorretta gestione dei registri di carico e scarico.

Continuano le operazione della Polfer a contrasto dei reati connessi al furto di metalli, non solo con servizi mirati come “Action Day” e “Oro Rosso”, ma anche col quotidiano impegno in ambito ferroviario.


08/06/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/09/2018 15:29:05